Cosmetici fai da te: trucchi e consigli per la tua bellezza

Arianna Preciballe
  • Esperta di: Diete e cura degli inestetismi

Molti prodotti di bellezza utilizzano gli estratti vegetali o alcuni alimenti naturali. Messi in bella mostra sulle confezioni, danno un’idea di assoluta semplicità del contenuto, mentre in realtà contengono molte sostanze emollienti, idratanti e nutritive di natura sintetica. Se è l’effetto del principio attivo che ci interessa, perché non provare a fare da sole qualche preparato cosmetico? Ecco qualche piccola idea per una cosmesi fai da te, 100% naturale.

Schermata 2021-06-23 alle 14.39.49

Nella memoria di ciascuno di noi ci sono ricordi legati ai rimedi della nonna, quelli dell’ultimo minuto, che erano sacri e incontestabili. Se in tanti accorgimenti c’era una specie di magia, in tanti altri c’era la sapienza acquisita con la sperimentazione.

Chi non ha ricevuto una patata grattugiata da spalmare su una leggera scottatura o dell’acqua di riso con cui calmare un arrossamento? La natura ci fornisce tante sostanze preziose, molte delle quali sono disponibili in purezza. Scopriamo come utilizzarle con il fai da te della cosmesi casalinga.

Viso rivitalizzato in un lampo

Schermata 2021-06-23 alle 17.15.40

Tutti i vegetali e tutta la frutta hanno un forte potere idratante se applicati direttamente sulla pelle per almeno 15 minuti. Se si escludono allergie specifiche, caso in cui sarà meglio evitare, ricorrere a un grattugiato di frutta o di verdure da applicare come maschera, assicurerà un effetto tonico e rilassante al nostro viso.

Se si cerca l’effetto astringente, i migliori preparati sono quelli a base di cetriolo, di kiwi, di ananas e di agrumi, mentre la polpa di una banana o di mezzo avocado, mischiata a un cucchiaino di limone, sarà una maschera ideale per ammorbidire la pelle. Sostituendo al limone o un cucchiaino di panna o un ricciolo di burro, l’effetto nutriente sarà assicurato.

Scrub fantastico per il tuo corpo

Schermata 2021-06-23 alle 15.18.43

In commercio ci sono ottimi scrub da applicare autonomamente, ma è necessario fare attenzione che non siano eccessivamente aggressivi per la pelle. Se poi non si dosa la pressione esercitata, il rischio, spesso sottovalutato, è quello di provocare invisibili lesioni della pelle, che possono dare origine ad arrossamenti e perfino diventare l’ingresso per delle blande infezioni.

Ancora una volta la dispensa domestica viene in nostro aiuto con la semola rimacinata di grano, uno prodotto a grana appena più grossa della farina, eccezionale per rimuovere le cellule epidermiche morte, senza problemi. Un trattamento ideale da applicarsi a vicenda con un’amica e da ripetere non più di una volta al mese.

Questo semplice scrub si prepara versando in una ciotola un bicchiere di semola, poco più di mezzo bicchiere di miele molto liquido, un cucchiaio di olio di mandorle dolci e amalgamando il tutto fino ad ottenere la stessa consistenza di una crema sabbiosa.

Scrub: gli errori da non fare

Schermata 2021-06-23 alle 16.47.08

Il preparato va applicato con movimenti rotatori sulla pelle e, al contrario di quanto si pensi, dovranno essere eseguiti con una pressione leggerissima, più che sufficiente per pulire via le cellule morte. Vanno evitati il viso, le ascelle, l’inguine e tutte le zone in cui la pelle è molto delicata.

Lo scrub non deve insistere sullo stesso punto per più di due rotazioni, tranne per i gomiti e le ginocchia, dove possono diventare 4 o 5. Solo se c’è l’esigenza di ottenere un effetto più profondo e omogeneo, per esempio in caso di abbronzatura che ha lasciato spellature o evidenti aree di pelle ormai avvizzita, si potrebbe ripetere l’operazione prima di un mese, ma mai prima di una settimana dall’ultimo trattamento.

Una volta rimosso lo scrub con un adeguato massaggio sotto la doccia calda, rimarrete sorprese dalla morbidezza e dall’elasticità della vostra pelle, che al tatto risulterà nutrita e liscia come la seta.

Se vi sembrerà che le sostanze oliose abbiano lasciato una leggera untuosità, cercate di resistere e lasciate quel finissimo strato di nutrimento ancora per qualche ora, fino alla prossima doccia, quando verrà eliminato definitivamente.

Mani morbide in pochi minuti

Schermata 2021-06-23 alle 17.06.00

Le mani sono massicciamente esposte sia ai danni dei raggi UV, che all’azione dei prodotti per la detersione; inoltre devono difendersi più di ogni altra parte del corpo dall’attacco continuo di microrganismi. Questo comporta un rinnovamento costante delle cellule della pelle che, con il progredire dell’età, determina l’invecchiamento precoce dei tessuti.

Per questa ragione è sbagliato sottoporre le mani a continui lavaggi, quasi sempre aggressivi. Meglio sarebbe proteggerle dai prodotti chimici tramite dei guanti realizzati con materiali naturali. Questa iperattività nella riproduzione delle cellule epidermiche, spesso dà origine ad accumuli di residui in prossimità delle unghie o delle pieghe delle mani.

Un semplice trattamento scrub può essere un valido sistema per tornare ad avere mani morbidissime e levigate. In questo caso sarà sufficiente unire un ricciolo di burro a un cucchiaio di semola rimacinata e strofinare il composto tra le mani, sempre delicatamente, ma più a lungo dello scrub per il corpo (circa 2 minuti), proprio come se ce le stessimo lavando.

Al termine dell’operazione, da effettuare non più di una volta al mese, non sarà necessario usare del sapone, anzi, l’emulsione ottenuta con l’uso dell’acqua calda, nutrirà in profondità la pelle delle mani, che spesso soffre di secchezza per l’eccesso di lavaggi.