Pelle: i benefici dei trattamenti notturni

Con la consulenza del dott. Matteo Garavaglia, dermatologo presso l’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano, oggi parliamo di tutti quei trattamenti notturni che, nel girono di poche ore, riesco davvero a migliore il nostro aspetto e quello della nostra pelle.

Schermata 2021-06-29 alle 13.51.53

“Ma che bella pelle”; “Che viso disteso questa mattina”. A chi non capita dopo un buon sonno ristoratore di svegliarsi con una pelle del viso riposata?

Il segreto non è in qualche formula magica, ma è dovuto al meccanismo che regola il nostro corpo: di notte, mentre noi dormiamo, l’epidermide lavora. Ecco perché è importante prendersi cura del viso e scegliere le creme giuste da utilizzare.

“È proprio nel sonno che nelle cellule del corpo si attiva un processo di rigenerazione, di auto-riparazione dei danni subiti durante il giorno, perché durante la notte il cervello produce melatonina, sostanza responsabile dell’invecchiamento cutaneo”.

spiega il dottor Matteo Garavaglia, dermatologo presso l’IRCCS Galeazzi di Milano.

Non tutte le dormite sono uguali

Schermata 2021-06-29 alle 13.53.49 

Il rinnovamento cellulare di cui ha parlato l’esperto avviene mentre siamo comode sotto le coperte, la sua efficacia non è la stessa per tutta la notte.

“Questo processo avviene normalmente verso le tre e le sei del mattino. Sono queste, infatti, le ore in cui le cellule dell’epidermide si scompongono e rinnovano fino a otto volte più velocemente rispetto al pomeriggio o alla mattina. Il giorno, invece, il nostro organismo innalza una barriera, uno strato che serve a proteggere la pelle dalle aggressioni esterne”

spiega il dermatologo. E così, invece di passare ore davanti allo specchio a coprire occhiaie, rughe e segni del tempo, per avere un incarnato rilassato, luminoso e disteso, basta semplicemente infilarsi sotto le coperte.

Scegliere la giusta crema o il giusto trattamento, poi, è essenziale per potenziare l’effetto rigenerante di una buona dormita! Provare per credere!