Maschera viso antirughe fai da te naturale

-
17/12/2020

Come preparare una maschera viso antirughe completamente naturale? Ecco la ricetta per realizzare una crema antietà a base di frutta, aloe e uova

maschera viso bellezza naturale

Utilizzate fin dall’antichità, le maschere di bellezza sono trattamenti concentrati che aiutano a migliorare l’idratazione superficiale e a facilitare la penetrazione delle sostanze attive presenti al loro interno.
Il dottor Paolo Mezzana, Specialista in chirurgia plastica e ricostruttiva presso l’Ospedale S. Filippo Neri di Roma ha preparato per noi una maschera antietà, un composto ricco di sostanze antiossidanti indicato soprattutto per chi ha la pelle secca e danneggiata dall’esposizione ai raggi solari.

“La vitamina E e il tuorlo d’uovo – spiega il dottor Mezzana – sono fonti importanti di antiossidanti, indispensabili per mantenere la pelle giovane a lungo. Inoltre, l’olio di borragine e l’avocado nutrono e arricchiscono il film idrolipidico di acidi grassi polinsaturi.L’aloe invece è consigliata perché contiene polisaccaridi che stimolano il sistema immunitario cutaneo. Infine, l’acqua di cottura degli spinaci è ricca di carotenoidi come la luteina, che favorisce l’elasticità e l’idratazione della pelle”.


Leggi anche: Alghe per inestetismi: come fare una maschera viso e corpo

Ingredienti maschera viso antirughe fai da te naturale

maschera antirughe naturale

  • 1\2 avocado maturo
  • 1 tuorlo d’uovo fresco
  • 2 perle gelatinose di olio di borragine *
  • 2 perle gelatinose di vitamina E *
  • 1 cucchiaio di succo di aloe
  • 1 cucchiaio dell’acqua di cottura degli spinaci

* Le perle gelatinose si reperisco facilmente in tutte le erboristerie

Procedimento maschera viso antirughe fai da te naturale

  1. Versa tutti gli ingredienti nel frullatore e frulla per 1 minuto.
  2. Stendi sul viso il composto, tieni in posa per circa 15 minuti e rimuovi con acqua tiepida aiutandoti, se necessario, con un batuffolo di cotone.
  3. Ripeti la maschera una/due volte a settimana.

Avvertenza

La maschera va prima testata sulla pelle dell’avambraccio, per verificare eventuali intolleranze.


Paolo Cesarotti
Nutrizionista
Laureato in Scienze biologiche con indirizzo Bio-Sanitario
Suggerisci una modifica