Faccette dentali: durata e costo

Come ottenere un sorriso da favola. Denti bianchi e perfetti sono un ottimo biglietto da visita oltre a renderci più sicuri quando parliamo con gli altri. Un aiuto arriva dalla faccette dentali, ma scopriamo cosa sono e quali indicazioni è bene seguire. 

754a71ee-6b58-4163-ba92-4461264e593a

Chi non ha mai desiderato denti allineati e bianchissimi? Eppure per tutte quelle persone che da ragazzi non hanno messo l’apparecchio ai denti o che per natura hanno una tonalità giallastra, un sorriso non proprio perfetto può diventare un cruccio. Ma oggi, i segreti per avere una dentatura da star, al pari di Julia Roberts ed Eva Longoria, sono molteplici: dagli sbiancamenti professionali agli apparecchi invisibili.

C’è, però, un metodo che prende sempre più piede, perché ha il fantastico vantaggio di correre ai ripari in tempi record, ottenendo un trattamento rapido e indolore. Stiamo parlando delle faccette dentali. Lo sa bene il nostro esperto di bellezza, Stefano Bongarzone, che ha sperimentato personalmente questa tecnica, tanto da diventare per GlamSmile “consulente di estetica del sorriso”, una nuova figura professionale che aiuta a strutturare il sorriso in relazione alle proporzioni del volto e alla sfumature di colore.


Leggi anche: Sbiancamento denti: trattamenti, durata e controindicazioni

Perché avere una bella dentatura ci rende più sicuri nel rapporto con gli altri, sia sul lavoro che negli affetti. Allora, perché rinunciare a questo sogno? Per sapere tutto sulle faccette, abbiamo contattato il dott .Tiziano Di Carlo, perfezionato alle discipline odontostomatologiche presso l’Università Tecnica di Dresda “Carl Gustav Carus”, collaboratore nella didattica e nella ricerca presso la cattedra di Protesi Dentaria del Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

faccette 1

Come si comincia: step by step

“Le fasi sono essenzialmente due. La prima di origine diagnostica: il paziente viene sottoposto a visita di controllo per verificare l’esistenza di cause ostative. In questa fase il medico prende le impronte delle arcate dentali e scatta delle fotografie del sorriso intra ed extra orali per la progettazione del caso. L’impronta dentale del paziente verrà sviluppata con un sistema cad cam che consentirà lo sviluppo del nuovo sorriso. È infatti possibile, attraverso le foto, avere una simulazione del risultato finale (si potrà avere una anteprima fotografica). La seconda fase consiste nell’applicazione vera e propria delle faccette. Nei casi di denti disallineati, il medico dovrà eseguire una correzione delle linee per facilitarne l’inserimento. L’adesione delle faccette al dente avviene mediante un procedimento basata sulla mordenzatura della superficie interessata e sull’utilizzo di un cemento a base resinosa che permette una adesione estremamente forte”.

A chi sono indicate?

“Le faccette conferiscono un sorriso armonioso con denti perfettamente allineati e perfettamente bianchi, queste ragioni le rendono particolarmente indicate a tutti i pazienti che presentino degli inestetismi legati a discromie, ovvero delle alterazioni del colore del dente o della sua struttura come fratture , denti scheggiati o accavallati. Si tratta di applicare una cover in ceramica dello spessore minimo di 0,5 mm su ogni dente dell’arcata superiore e inferiore. Lo spessore è impercettibile, tanto che la faccetta è paragonabile a una lente a contatto. L’intensità del bianco può essere scelta tra una vasta gamma di tonalità, che vanno dal bianco assoluto (opalescente) scelto da molti personaggi dello spettacolo poiché ha un ottimo effetto televisivo al bianco traslucente, che dona una maggiore naturalezza al sorriso”.


Potrebbe interessarti: Bocca secca: consigli, cosa fare e problemi dentali

faccette 3

L’applicazione è dolorosa?

“No, è assolutamente indolore. Solo in rari casi, se il “rimodellamento” avviene su una parte sensibile del dente, sarà sufficiente una leggera anestesia locale”.

Quanto durano?

“Per sempre. Le faccette sono di materiale ceramico e, una volta applicate e cementate, si legano al dente in modo permanente. Non subiscono nel tempo alcuna alterazione di colore, non sono soggette a macchie neanche in pazienti fumatori. Possono, comunque, essere sostituite nei casi in cui fosse necessario”.