Pelle perfetta: come trattare i pori dilatati

Arianna Preciballe
  • Esperta di: Diete e cura degli inestetismi

Con la collaborazione della professoressa Norma Cameli, Responsabile Dermatologia Estetica dell’Irccs Istituto Dermatologico San Gallicano di Roma, ecco qualche trucco per avere una pelle perfetta, libera da imperfezioni e pori dilatatati!

Schermata 2021-03-16 alle 15.12.07

Piccoli e fastidiosi soprattutto per chi è abituato a scrutare spesso ogni centimetro del proprio viso allo specchio. Sono i pori dilatati che fanno il loro esordio già sulle pelli giovanissime, intorno ai 14-16 anni.

Negli Stati Uniti sono diventati un vero cruccio per molte donne, tanto è vero che, stando a una ricerca della società Harris Poll, commissionata dalla multinazionale L’Oreal, superano la preoccupazione delle rughe per il 50% delle intervistate.

Nuovo chiodo fisso

Schermata 2021-03-16 alle 15.14.59

L’indagine è stata condotta su 2.428 donne americane dai 18 anni in su e ha rilevato che per 1 giovane su 5 l’angoscia diventa tale da influenzare il primo appuntamento o un uscita con il partner e che 1 ragazza su 10 pensa al problema 7 o più volte alla settimana.

Ma non basta. Il 38% del campione pensa che i pori del viso siano troppo grandi, il 47% vorrebbe ridurli ma non trova nulla che funzioni.

Il 19% dichiara inoltre di applicare dei filtri prima di stampare le foto e mascherare il difetto, mentre il 13% delle più giovani rinuncia niente meno ai selfie per non mostrarli.

Per indicare l’ossessione verso questi minuscoli “nemici dell’estetica” è stata coniato addirittura un neologismo, ‘poressia’, dai dermatologi e soprattutto dai giornalisti d’Oltreoceano.

“Inizia da giovani e colpisce il 21% delle ragazze fra i 15 e i 20 anni il 13% pensa continuamente al problema tanto che interferisce sul proprio stato d’animo”.

Ma quali sono i migliori trattamenti per prevenire i pori dilatati e perché a un certo punto ce li ritroviamo in faccia?

Pori dilatati: che cosa sono?

Schermata 2021-03-16 alle 15.15.57

I pori della nostra pelle sono miliardi, disseminati su tutto il corpo. Quelli più grandi, considerati il nuovo inestetismo da combattere, dal punto di vista del dermatologo, sono “osti follicolari dilatati” e rappresentano lo sbocco sulla cute delle ghiandole sudoripare e sebacee.

Si calcola che sul viso ne ospitiamo circa 20 mila. Ma compaiono anche sul resto dell’epidermide in un ordine di 5 milioni.

Poi dilatati: aumentano con l’età?

Schermata 2021-03-16 alle 15.16.57

“I pori dilatati si manifestano con frequenza nei soggetti con pelle spessa e grassa e con l’invecchiamento della pelle”

spiega la professoressa Norma Cameli, Responsabile Dermatologia Estetica dell’Irccs Istituto Dermatologico San Gallicano di Roma alla quale abbiamo chiesto di illustrare le origini e i possibili metodi per attenuarli.

“Le cause sono soprattutto la predisposizione genetica ed inoltre possono essere la conseguenza di una cute non adeguatamente curata o trattata con prodotti cosmetici non idonei. Alcuni autori hanno ipotizzato che un eccesso di silicone e oli aggiunti nei fondotinta possa favorire l’insorgenza dei pori dilatati. Molto spesso i pori dilatati sono associati a comedoni aperti e chiusi, microcisti e cute poco luminosa”.