Come cancellare i segni del tempo sulla pelle

-
30/01/2021

Con la consulenza della dott.ssa Dvora Ancona, scopriamo come riuscire a cancellare i segni del tempo. Ogni ruga ha una posizione specifica e una causa diversa, per questo ne consegue che ognuna ha necessariamente un trattamento diverso. 

Female face with wrinkles on forehead


Il tempo che passa lascia sul nostro viso diversi segni: la pelle perde compattezza, i contorni si fanno sempre meno definiti, compaiono le macchie scure e soprattutto le odiatissime rughe.

Per ritardarne la comparsa è utile esporsi al sole soltanto con protezioni adeguate e seguendo tutte le regole e i consigli del dermatologo; è buona abitudine usare trattamenti quotidiani idratanti, protettivi (a partire dai vent’anni) e specifici anti-età (dopo i trenta) scegliendo sempre formule calibrate a seconda del proprio tipo di pelle.

Un’altra causa di rughe e cedimenti cutanei sono le diete fai da te. Quando mancano all’organismo i nutrienti fondamentali, anche la pelle (che – ricordiamolo – è il nostro organo più esteso) ne risente e si atrofizza.


Leggi anche: Rughe del collo: come eliminare i segni del tempo

Ma la prevenzione non è sufficiente per impedire la formazione di questi antiestetici “solchi”. I quali altro non sono se non la manifestazione della perdita di elasticità e turgore da parte dei tessuti cutanei. In termini più tecnici, le rughe sono la conseguenza di una generale atrofia cutanea e della degenerazione del tessuto elastico.

Rughe: ognuna ha il suo trattamento 

Studio shot of charismatic positive middle aged female posing against yellow background touching cheek, looking at camera with broad cheerful smile, taking care of her wrinkled skin, applying cream

Con la consulenza della dott.ssa Dvora Ancona, medico chirurgo estetico e direttore del centro Juva di Milano e di New York, scopriamo tutto ciò che c’è da sapere sulle rughe e sulla loro cura. Esistono diversi tipi di ruga, a seconda della tipologia e della zona in cui si formano. Per ognuna c’è una causa diversa e, di conseguenza, un trattamento specifico.

Atrofiche

Si formano quando il collagene si degrada e hanno una disposizione quasi parallela tra di loro. Spesso segnano le guance e diventano meno evidenti col cambiare della mimica facciale. Per fortuna sono sottili e facilmente trattabili.

Permanenti (o glifiche)

Col passare del tempo diventano sempre più profonde e marcate. In genere sono provocate soprattutto dall’eccessiva esposizione ai raggi solari e alle lampade UV senza avere protetto la pelle con un SPF adeguato; anche in questo caso, la perdita di collagene gioca un ruolo importante. Si presentano il più delle volte sulle guance, ma anche sul labbro superiore (il cosiddetto “codice a barre”) e alla base del collo.


Potrebbe interessarti: I segni più infedeli del 2021

Dinamiche (o lineari, di espressione)

Sono causate dal movimento dei muscoli facciali. Le linee tra le sopracciglia (glabellari), quelle parallele orizzontali sulla fronte e le zampe di gallina intorno agli occhi ne sono un esempio. Queste rughe rispondono bene a trattamenti quali botox o simili.

Pieghe gravitazionali

Sono quelle accompagnate dai cedimenti della pelle, che con l’età perde sostegno e densità. In questo caso, il trattamento più indicato è il lifting non invasivo.


Anna Vitale
  • Laureata in Scienze della Comunicazione digitale e d’impresa
  • Wellness coach
Suggerisci una modifica