Cellulite: i trattamenti più efficaci

Terrore di tutte le donne, l’inestetismo della cellulite è spesso legato a problemi del microcircolo provocato da cattive abitudini alimentari e a uno stile di vita molto sedentario. Quando camminare e mangiare bene non bastano però, è necessario rivolgersi a un medico per combatterne le cause fìsiologiche. Nel frattempo si può provvedere a limitarne gli effetti estetici negativi. Scopriamo insieme le tecniche che possono fare al caso nostro.

Schermata 2021-07-10 alle 15.50.38

Le cause della cellulite vanno ricercate in squilibri ormonali, problemi di circolazione, alimentazione sbilanciata, in eccesso o che provochi ritenzione idrica, sovrappeso, stile di vita sedentario, stitichezza e altri meccanismi che incidono sul microcircolo.

Il risultato è il tipico “pannicolo adiposo” che si forma in precise zone del corpo, come cosce, glutei, polpacci e fianchi. La presenza di cellulite si evidenzia con avvallamenti e pelle a buccia d’arancia alla compressione della zona.

Cellulite: quali rimedi?

Schermata 2021-07-10 alle 16.06.53

La risoluzione dell‘inestetismo della cellulite, va affrontato in concomitanza con la cura delle cause fisiologiche che l’hanno provocato. Per farlo si può ricorrere a tecniche meccaniche che possono essere effettuate solo da personale specializzato e preparato. Vediamone alcune tra le più efficaci.

Massaggio linfodrenante

Schermata 2021-07-10 alle 15.52.34

La prima arma consigliata dagli esperti per combattere il ristagno di liquidi è quella di sottoporsi a cicli di massaggi. Il più classico fra tutti, ma sempre al top della classifica dei massaggi anticellulite, è quello linfodrenante, particolarmente appropriato per cellulite edematosa e fibrosa. Se eseguito ad arte, sgonfia visibilmente le gambe già dalle prime sedute.

Si attua attraverso lente manovre circolari, pressioni e piccole spinte per drenare. La linfa si muove, eliminando il liquido in eccesso tra una cellula e l’altra. Nel caso invece di cellulite sclerotica, il massaggio indicato è quello connettivale. Le manovre in questo caso sono decise, con pressioni profonde e molto lente.

Bendaggi

Schermata 2021-07-10 alle 15.57.43

Sono utili per favorire il drenaggio e far assorbire i principi attivi. Le aree di interesse vengono fasciate e quindi compresse, con specifiche bende di cotone imbevute di fitocomplessi e oli essenziali.

Gradualmente gli ingredienti dei principi attivi vengono rilasciati e assimilati dalla pelle. Particolarmente indicati i bendaggi caldi, poiché agiscono come vasodilatatori. Consigliata una seduta alla settimana per 5 settimane.

Pressoterapia

Schermata 2021-07-10 alle 16.04.43

Trattamento indicato nei casi di ritenzione idrica e gonfiore alle gambe ai primi stadi, agisce sulla circolazione venosa e linfatica.

“Il linfodrenaggio praticato dall’apparecchiatura”,

spiega Maria Gabriella di Russo, medico estetico, specialista in idrologia medica a Milano,

“avviene in modo sequenziale: la pressione esercitata tramite gli appositi gambali o bracciali segue il flusso del sangue venoso e della linfa, facilitando il drenaggio del liquido interstiziale e liberando l’ambiente extracellulare dalle scorie”.

Un ciclo prevede 10-12 applicazioni 2 volte la settimana.

Massaggio meccanico

Schermata 2021-07-10 alle 16.09.50

In caso di cellulite al terzo stadio, ovvero “sclerotica“, che si differenzia da quella molle e spessa per nodosità sottocutanee molto più evidenti e profonde, il trattamento più efficace e quello che utilizza speciali rulli motorizzati.

L’apparecchio alterna aspirazione e trazione, riattivando il flusso sanguigno e ridistribuendo il grasso sottocute in modo uniforme. La controindicazione riguarda chi abbia molti capillari superficiali e fragili. Se eseguita in modo improprio, questa tecnica potrebbe romperli. Per ottenere risultati apprezzabili sono necessarie almeno 15 sedute.