Capelli: più belli e sani con le vitamine

Arianna Preciballe
  • Esperta di: Diete e cura degli inestetismi

In autunno aumenta la caduta dei capelli; si tratta di un fenomeno fisiologico, legato al ricambio naturale e all’attività ciclica del follicolo. Alcuni alimenti, però, possono aiutarci a prevenire e rallentare questa caduta. Scopriamo quali, con il parere dell’esperta.

Schermata 2021-04-08 alle 17.39.08

 “In primavera ne crescono di più per proteggere meglio la cute della testa, altrimenti troppo esposta alle radiazioni solari; in autunno i capelli in eccesso vengono eliminati”

spiega la dott.ssa Pucci Romano, docente presso la Scuola di Specializzazione in Dermatologia e Venerologia dell’Università di Tor-Vergata.

Sul fronte dell’alimentazione un apporto bilanciato di aminoacidi, di tutte le vitamine e dei sali minerali è alla base di una capigliatura sana. Scegli proteine contenenti cistina e lisina, che si trovano nelle carni rosse e bianche, nel pesce, nel fegato e nella selvaggina.

Questi due aminoacidi sono essenziali per avere cheratina, proteina solida del capello. Ma sono le vitamine, in particolare quelle del gruppo B, ad essere coinvolte nell‘attività follicolare perchè alla base del metabolismo energetico dei capelli.

Gli alimenti che aiutano i capelli   

ketogenic-low-carbs-diet-food-selection-white-wall

  • Il lievito di birra, i cereali integrali, la soia, i piselli, i funghi contengono l‘acido pantotenico, vitamina che rinforza e rende lucenti i capelli
  • la selvaggina, l’uovo, asparagi, cavoli, ravanelli, crescione, carciofi, spinaci, contengono cistina, che stimola la produzione di cheratina
  • tacchino, vitello, fegato e legumi sono alimenti ricchi in ferro, minerale prezioso per trasportare l’ossigeno ai bulbi
  • zucca, carote e agrumi sono ricchi in vitamina A, che aiuta la crescita dei capelli
  • la frutta secca contiene acidi grassi essenziali che nutrono il bulbo.

Problemi con i capelli? Ecco i rimedi!

Capelli grassi: per i capelli grassi sono importanti cibi come il frumento e riso integrali che contengono vitamine del gruppo B. Inoltre, mele e cipolla (per il suo apporto di zolfo). Sono invece, da evitare alimenti ricchi di grassi e pietanze elaborate che sottopongono il fegato a un superlavoro.

Capelli secchi: per proteggere e rinforzare i capelli secchi e fragili si possono integrare i pasti con lievito di birra, germe di grano e lecitina di soia, tutte sostanze che rafforzano la capigliatura grazie alla presenza di colina e inositolo.

Fondamentale è anche non esagerare con l’uso degli shampoo, del phon e delle tinture, che potrebbero indebolire il capello e renderlo più opaco. Se oltre ad essere secchi e fragili cominciano anche a cadere, allora bisognerà ricorrere a frizioni e lozioni ad uso topico che diano forza al capello indebolito e lo nutrano anche esternamente.

Capelli bianchi: L’anemia perniciosa, causata da carenza di vitamina B12, o le malattie alla tiroide possono imbiancare prima del tempo i capelli.

Ma anche l’alimentazione ha un ruolo decisivo. Sono alcuni minerali e vitamine del complesso B a condizionare il colore dei capelli. Serve un giusto apporto di vitamina B5 (contenuta nel lievito di birra,  fegato bovino e suino,  uova,  frutta e verdura cruda),  di biotina vitamina B8  (contenuta in piselli, funghi, arachidi, uova ma da non mangiare crude perché  la loro avidina impedisce l’assorbimento della biotina), di acido folico (contenuto in frutta e verdura cruda a foglie verdi, cereali integrali).

Il miglio: alimento perfetto

Schermata 2021-04-08 alle 17.42.48

Il miglio è un prezioso alleato dei capelli. Un cereale spesso trascurato che ha il vantaggio di cuocere in poco tempo e di avere un ottimo sapore, oltre ad essere facilmente digeribile. Si presta in modo particolare alla preparazione di minestre, timballi e sformati.