Victoria Beckham: la dieta dell’Avocado

Vito Girelli
  • Esperta in Diete e alimentazione

Victoria Beckham, conosciuta per molti ancora come posh spice, è una delle componenti della girl band internazionale Spice Girls; negli anni Victoria è diventata un personaggio molto noto della tv e del mondo dello spettacolo, non solo in America, ma in tutto il globo; ad oggi è un sex symbol che segue una ferrea alimentazione. Scopriamo insieme come si nutre Victoria Beckham e quali sono i  suoi segreti di bellezza.

Victoria-Beckham-maschera-di-bellezza-a-base-di-sangue-scaled

Abbiamo già parlato di uno dei modi che Victoria Beckham ha di relazionarsi al cibo ma, ovviamente, in una intera vita è facile cambiare abitudini, soprattutto quelle alimentari.

È utile sempre ricordare che una dieta ben strutturata può essere seguita una vita intera, diventando un proprio regime alimentare, un po’ come la dieta delle 5 mani che l’ex cantante segue da ormai una vita.

Nella sua alimentazione però, in casi di necessità di “asciugarsi”, c’è anche la famosa dieta dell’Avocado; scopriamo insieme come funziona questo altro modo che la moglie del noto calciatore ha di dimagrire.

La dieta dell’Avocado: come funziona?

Avocado

La modella e stilista Victoria ha detto di avere molto rispetto del suo corpo e, ovviamente, lo fa tramite l’alimentazione sana:

“Sono molto, molto disciplinata nel modo in cui mi alleno e in ciò che mangio. È così che sono più felice. Devi essere gentile con il tuo corpo se ti aspetti molto da lui”.

L’avocado è spesso l’alimento cardine intorno al quale gravita la sua giornata, partendo da un centrifugato con mela, kiwi e Avocado che le permette di avere un ottimo apporto di zuccheri e grassi.

Infatti l’Avocado contiene dei grassi monoinsaturi, Vitamina E e antiossidanti, tutti elementi fondamentali per una corretta e sana alimentazione.

Il frutto infatti diventa anche il condimento, la sera, per alcuni toast fatti con pane ai cereali o rigorosamente integrale; se ci si vuole concedere un peccato di gola, è possibile svuotare l’avocado e con la polpa realizzare una crostata, utilizzando zucchero di canna e farina di riso.

Il pranzo è sempre a base di verdure, diventando così l’avocado l’unica reale fonte di grasso; integrando l’utilizzo del frutto a colazione e cena, questo frutto può essere inserito in ogni tipo di alimentazione.