Ricetta: Bruschetta con asparagi e tofu

Paolo Cesarotti
  • Esperta in Diete e alimentazione

Di seguito vediamo la ricetta di un piatto semplice e gustoso: le bruschette con asparagi e tofu. Scopriamo insieme gli ingredienti e la preparazione di questa ricetta.

bruschetta

Ingredienti per 6 persone:

  • 500 g di asparagi sottili
  • 10 cipollotti con le radici spuntate
  • 10 cappelli di funghi champignons
  • 200 g di tofu compatto tagliato a cubetti (pressato e scolato)
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva + altro per spennellare il pane tostato
  • 8 pomodori secchi sott’olio sminuzzati
  • 6 fette grandi di pane vegan (o quello che preferite)
  • sale marino integrale e pepe nero da macinare al momento

Procedimento:

Prestate molta attenzione alle fasi finali di questa ricetta, in quanto il pane si può bruciare facilmente. Iniziate scaldando il grill a fiamma media. Nel frattempo, in una ciotola grande, unite gli asparagi, i cipollotti, i funghi e il tofu con l’olio di oliva e mescolate bene. Usando preferibilmente una griglia fitta, grigliate gli asparagi, le cipolle, i funghi e il tofu, girandoli ogni tanto, finché non saranno croccanti.

Mentre grigliate le verdure, versate nella ciotola i pomodori secchi insieme all’olio rimanente. Appena le verdure saranno tiepide, tagliate gli asparagi e i funghi in tanti pezzettini e tritate le cipolle. Poi riversate il tofu con i pomodori e l’olio nella ciotola.

Grigliate leggermente il pane da un solo lato e spennellate entrambi con l’olio di oliva. Distribuite il composto a base di tofu sulle superfici tostate delle fette, poi rimettete il pane sul grill, con il lato ancora non tostato a contatto con la piastra e quello condito rivolto verso l’alto. Abbassate il coperchio e grigliate circa 2 minuti, facendo attenzione a non bruciare il pane. Forse vi converrà usare il calore indiretto.

Tagliate le fette a metà, salate e pepate leggermente, e servite subito.

vegetables-green-asparagus-table

Note sulla preparazione: premere e scolare

Prima di grigliarlo, il tofu va pressato facendo scolare tutta l’acqua in eccesso. Questo lo solidificherà ancora di più, facilitando il processo di grigliatura.

Tagliate il panetto di tofu come desiderate, di solito a pezzi grandi come bocconi o a fettine di 2 cm. Coprite il piatto o il tagliere (appoggiato su una vaschetta di sgocciolamento) con un tovagliolo di stoffa o con un foglio di carta da cucina. Poi disponeteci sopra un singolo strato di pezzi di tofu e copritelo con un altro tovagliolo o foglio di carta.

Appoggiateci sopra un oggetto pesante, come ad esempio un piatto pieno di verdure in scatola, un altro tagliere o una grossa padella di ghisa. Infine, lasciate scolare il tofu minimo 30 minuti, massimo 1 ora. Se vi è rimasto del tofu ma non prevedete di usarlo subito, non pressatelo né fatelo scolare, versatelo invece in un recipiente sigillato, copritelo con dell’acqua e ritiratelo in frigorifero, cambiando l’acqua tutti i giorni. Il tofu già aperto si conserva almeno 3 o 4 giorni.

Le preziose virtù del tofu

tofu-made-from-soybeans-food-nutrition-concept

Con questa gustosa ricetta, tratta dal libro Grigliate Vegan Style di John Schlimm, portiamo in tavola oltre che le tanto amate verdurine, anche un formaggio totalmente vegetale: il tofu.

È vegetale in quanto realizzato con il caglio di semi di soia ed è un cibo che appartiene alla tradizione orientale, utilizzato infatti nella cucina cinese da oltre 1000 anni. Varia per consistenza: può essere soffice e vellutato, oppure compatto, anche di molto, proprio come quello impiegato in questa ricetta, maggiormente indicato per la cottura sulla griglia. Ad alto contenuto proteico, ricco di calcio e ferro, è un campione di versatilità. In sé non ha un gusto caratteristico, ma agisce come una spugna magica assorbendo tutti i sapori con i quali viene a contatto, come i condimenti e le marinate dolci o speziate.

Attenzione, però: il tofu è talmente innamorato del grill che a volte tende ad attaccarsi, quindi oliate per bene la graticola prima di cucinare, marinatelo a lungo e tenete a portata di mano una spatola o un forchettone per dargli qualche colpetto, se necessario.