Prevenzione Tumori: scelte alimentari consigliate

L’ambiente è la causa più importante, ancor più della genetica, nella maggior parte dei tumori. Ecco perché le nostre scelte di vita rappresentano senza ombra di dubbio una fonte di salute. Con la collaborazione della Dottoressa Debora Rasio, specialista in oncologia e ricercatrice nutrizionista presso la Sapienza Università di Roma e l’Azienda Ospedaliera S. Andrea.

mediterranean-cuisine-2378758_1920

 “Possiamo fare molto per costruire, giorno dopo giorno, la nostra salute”, rammenta Debora Rasio, specialista in oncologia dell’ospedale S. Andrea.

Secondo la più vasta revisione mai compiuta di tutta la letteratura scientifica sul rapporto fra dieta, stile di vita, attività fisica e incidenza di neoplasie, sarebbe possibile prevenire il 60% di tutti i tumori agendo sulle nostre scelte di vita. In particolare, curando l’alimentazione, astenendoci dal fumo, mantenendo un adeguato peso corporeo e un buon regime di attività fisica.

Come prevenire i tumori con l’alimentazione

“L’esercizio fisico è un potentissimo regolatore della produzione di ormoni, mentre gli alimenti contengono sostanze in grado di proteggerci dallo stress ossidativo, regolare la crescita cellulare, migliorare la funzione del sistema immunitario e favorire lo smaltimento di tossine dal corpo”, raccomanda la ricercatrice del S. Andrea.

Cibi alleati

Un’alimentazione corretta, ricca in vitamine, minerali e antiossidanti, può proteggere le nostre cellule dai contaminanti ambientali e aiutarci a smaltire le sostanze cancerogene. Le crucifere (cavolo cappuccio, cavolo verza, cavolo nero, cavolo rosso, cavolfiore, cavolini di Bruxelles, broccolo, broccoletti, rape, ravanello, rafano, senape e rucola) sono ricche di una classe particolare di fitomolecole chiamate glucosinolati, che conferiscono il tipico sapore pungente-amaro.

“I glucosinolati – spiega la dottoressa Rasio – aumentano la capacità del fegato di eliminare sostanze tossiche e pro-ossidanti. In dosi elevate, inoltre, bloccano la crescita e causano la morte delle cellule tumorali. Numerose indagini suggeriscono che il consumo frequente di queste verdure possa ridurre il rischio di sviluppare diversi tipi di tumore, inclusi quelli di mammella, stomaco, colon e polmone.

Uno studio  recente ha dimostrato inoltre che consumare 1-2 tazze di crucifere al giorno per 3 settimane riduce lo stress ossidativo del 22 percento, mentre assumere quotidianamente un multivitaminico non modifica i livelli di stress ossidativo. Consumare queste verdure 3-4 volte a settimana, anche semplicemente in forma di un’insalata di rucola, è un passo semplice ma importante per migliorare la nostra salute”.

In cima alla lista degli alimenti “gold”

vegetables-752153_1920

Utili alla prevenzione anche le noci e la frutta oleosa in genere (mandorle, nocciole, pistacchi, pinoli, anacardi, noci brasiliane, macadamia ecc.). Queste sono ricche d’importanti nutrienti quali i grassi poli-insaturi, fibra, fitosteroli, oltre a minerali, vitamine e polifenoli antiossidanti.

Chi consuma frutta secca oleosa tutti i giorni ha il 20% in meno di probabilità di morire, rispetto a chi non ne consuma affatto.

“Purché non siano tostate, in modo tale che gli acidi grassi essenziali si mantengano inalterati”, prosegue Rasio.

Questi grassi non vanno nei depositi sottocutanei ma si inseriscono nelle membrane cellulari favorendo la comunicazione fra cellule, riducendo la risposta infiammatoria. Importante anche il consumo di pesce: almeno un paio di volte a settimana, preferibilmente azzurro, come alici e sardine, ricco in Omega-3 dai molti effetti protettivi.

“Tutti i popoli più longevi al mondo consumano grandi quantità di pesce- avverte Debora Rasio -. In cima alla lista per longevità figurano i giapponesi, gli islandesi e noi italiani! Merito di un’alimentazione prevalentemente vegetale arricchita dalla presenza di pesce e dell’olio extra vergine di oliva. Questo è fonte di vitamina E e polifenoli in grado di proteggerci dal rischio di tumore e di attaccare, e uccidere, le cellule cancerose”.

Non dimentichiamo poi di bere tè verde, ricco in catechine. Questi potenti antiossidanti sono in grado di migliorare la salute del sistema immunitario e proteggere dal rischio di alcuni tumori, incluso quello al seno.