Perché è rischioso bere bevande ghiacciate in estate? Pericoli e conseguenze

Durante l’estate, è comune cercare refrigerio consumando bevande molto fredde o addirittura ghiacciate. Tuttavia, questa abitudine può comportare diversi rischi per la salute, specialmente per il sistema digestivo.

Bevande ghiacciate in estate: tutti i pericoli

Vediamo perché è importante fare attenzione alla temperatura delle bevande che consumiamo nei mesi più caldi.

Rischi per l’intestino e lo stomaco

Le bevande ghiacciate possono provocare un’infiammazione della mucosa dello stomaco, contribuendo all’insorgenza di gastroenterite. Questa condizione si manifesta con sintomi come vomito, diarrea e dolori addominali. La temperatura estremamente bassa delle bevande può causare uno shock termico all’interno del corpo, perturbando il delicato equilibrio della flora intestinale e rallentando il processo digestivo.

Shock termico e digestione

Quando beviamo liquidi molto freddi, il corpo subisce uno shock termico che altera la temperatura interna dello stomaco. Questo può rallentare la digestione e creare un ambiente favorevole alla proliferazione di virus e batteri derivati dal cibo appena ingerito. Dopo pasti abbondanti, l’effetto negativo delle bevande fredde può essere ancora più pronunciato, portando a disturbi digestivi e disidratazione.

Aumento dei casi di gastroenterite in estate

L’estate vede un incremento dei casi di gastroenterite, spesso definita “malattia dell’estate“. L’innalzamento delle temperature non solo facilita la proliferazione di virus e batteri, ma il consumo di bevande ghiacciate contribuisce ulteriormente a questa condizione.
La gastroenterite si manifesta con sintomi quali nausea, vomito, diarrea (talvolta con presenza di sangue nei casi più severi), mal di pancia, febbre e mialgia. Questi sintomi, sebbene generalmente si risolvano entro 24 ore, possono richiedere l’intervento del medico se persistono.

Disidratazione e falsa sensazione di refrigerio

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, bere bevande ghiacciate non disseta adeguatamente e può portare a disidratazione. Il corpo deve lavorare di più per riscaldare i liquidi ingeriti alla temperatura corporea, aumentando così il dispendio energetico e peggiorando la sensazione di sete. Bere acqua e bevande fresche, ma non ghiacciate, è una scelta più salutare per mantenere l’idratazione e favorire una corretta digestione.

Considerazioni finali su rischi delle bevande ghiacciate

Durante l’estate, è fondamentale fare attenzione alla temperatura delle bevande che consumiamo. Optare per liquidi freschi, ma non troppo freddi, aiuta a prevenire problemi digestivi e a mantenere una buona idratazione. Ricordiamo sempre che una corretta gestione della temperatura delle bevande può fare una grande differenza per la nostra salute durante i mesi più caldi.