Mela: benefici e valori nutrizionali

Arianna Preciballe
  • Esperta in Diete e alimentazione

Con il Dott. Andrea Grieco, Specialista in Neurologia e Nefrologia, Perfezionato in Medicina Naturale, autore del libro “Vivere alcalini, vivere felici” – [email protected], ecco perché una mela al giorno può davvero aiutare la nostra salute!

Schermata 2021-03-04 alle 18.10.30

Il ben noto “Una mela al giorno, leva il medico di torno”, è figlio della saggezza popolare, che però non sempre esaurisce le questioni cui fa riferimento. In questo caso, sarebbe meglio dire:

 “A chi tre mele mangerà, il medico non si avvicinerà!”.

Perché? Lo vedremo insieme, come vedremo perché la mela sia considerata un alimento tanto salutare. Intanto, la prima risposta…

Perché non 1 ma 3 mele al giorno?

Schermata 2021-03-04 alle 18.11.50

“Il numero è indicativo e può essere tranquillamente superato. L’importante è mangiarle distanziate nella giornata, e non tutte insieme altrimenti attiverebbero la secrezione pancreatica dell’insulina. Questa, pur essendo un ormone indispensabile alla nostra salute (la sua azione principale consiste nel rendere di fatto il glucosio alimentare utilizzabile a scopo energetico) è meglio tenerla buona, come a dire “non stuzzichiamo il can che dorme!”.

Ricordo che è l’eccesso di insulina, o una perdita di sensibilità alla sua azione, il killer del peso “di un tempo”, cioè di quel peso ricordato con nostalgia da tutti coloro che si sono “appesantiti” negli anni. C’è un altro motivo per cui le tre mele vanno mangiate ad intervalli di qualche ora e il loro elevato potere antiossidante, di contrasto alla formazione ed all’azione dei radicali liberi, viene così sfruttato meglio: la distanza crea una copertura antiossidante maggiore.

Questo perché l’ossidazione avviene continuamente essendo legata alla nostra stessa vita (l’utilizzazione dell’ossigeno, indispensabile alla vita, che genera radicali liberi). Infine, bisogna ben tenere a mente che le proprietà nutrizionali della mela sono più concentrate nella buccia, da qui l’esigenza di ricorrere, dove possibile, a mele biologiche”.

La scheda tecnica della mela

Per una mela di medie dimensioni (circa 200 grammi, di cui 100 edibili):

  • Kcalorie 54
  • Acqua 85,3 grammi
  • Proteine 0,3 grammi
  • Lipidi 0,4 grammi
  • Carboidrati 12,3 grammi
  • Fibre 2,3 grammi
  • Minerali 0,3 grammi

Vitamine (A, B1, B2, B6,  B12, C, E, acido folico, acido pantotenico, nicotinamide, biotina)

Carboidrati (glucosio 1700 mg; fruttosio 5900 milligrammi; saccarosio 2600 milligrammi; amido 600 mg)

Minerali (ferro 480 microgrammi; potassio 145 milligrammi; zinco 120 microgrammi; rame 100 microgrammi; manganese 65 microgrammi; calcio 7 milligrammi; magnesio 6 milligrammi; selenio 1 microgrammo)

Aminoacidi (arginina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, metionina, fenilalanina, treonina, triptofano, tirosina, valina

Lipidi (acido linolenico, acido linoleico, colesterolo sono in tracce)

Altri componenti ( acido malico 550 milligrammi; sorbitolo 580 milligrammi; acido citrico 16 milligrammi)