Infusi: benefici e virtù

-
18/04/2021

Si preparano con un’erba officinale essiccata – o più spesso con una miscela di erbe – che viene lasciata in acqua, attraverso varie metodiche, dove le parti utilizzate (foglie, fiori, frutti o radici) rilasciano i loro preziosi principi attivi.

TISANA

Fin dall’antichità gli infusi vengono bevuti a scopo benefico e terapeutico, sfruttando l’acqua, calda o fredda, come liquido dove si liberano le sostanze medicamentose contenute nelle erbe. L’importante, perché siano efficaci, è che vengano preparati e assunti in maniera corretta, in modo che i principi della droga usata vengano assorbiti in maniera ottimale dall’organismo.

Le tisane possono svolgere diversi azioni – depurativa, drenante, digestiva, lassativa, rilassante, energizzante, antinfiammatoria e antibatterica – in quanto coadiuvano le funzioni fisiologiche dell’organismo. Ma da cosa è composta una bevanda efficace?

Innanzitutto dal rimedio di base (remedium cardinale), ricco dei principi attivi utili allo scopo terapeutico del caso; a questo si aggiunge il cosiddetto adiuvante (adjuvants), che può essere formato da più droghe ed esercita un’azione sinergica con il rimedio di base o ne favorisce l’assorbimento; ci sono poi il complemento (costituens) e il correttore (corrigens), composti da una o più erbe in grado di migliorare l’aspetto e il sapore della bevanda


Leggi anche: Tisane: benefici, virtù e consigli di preparazione

 L’assunzione della tisana può diventare un rito quotidiano, dove ai benefici delle erbe si aggiungono quelli dell’attenzione dedicata a se stessi.

Attenzione allo zucchero: come dosarlo

MIELE

Per acquistare una tisana che fa al caso tuo basta che ti aggiri tra gli scaffali del supermercato, dove si trovano miscele di erbe confezionate in comode bustine. Ma se vuoi che sia un esperto a consigliarti e a creare un preparato per aiutarti a risolvere i tuoi disturbi, è bene che tu ti rivolga a un erborista. Dal 1996 il titolo di studio dell’erborista è diventato a tutti gli effetti una laurea, conseguibile presso la facoltà di Farmacia dopo minimo tre anni di studio.

Solo chi ha approfondito l’argomento con uno studio adeguato conosce effettivamente le erbe e le piante e le loro proprietà. Il loro utilizzo, talvolta, può avere delle controindicazioni, ed è bene esporre le proprie problematiche per non incorrere in spiacevoli effetti collaterali.

Gli esperti lo dicono chiaramente: le tisane non andrebbero mai dolcificate. Ma se proprio non riesci a sopportare quel sapore amarognolo che hanno alcune erbe, puoi sempre optare per un cucchiaino di miele, che in alcuni casi può addirittura esaltare le proprietà delle piante. Il consiglio di non dolcificare le tisane si rifà anche al fatto che, quando vengono assunte più volte nel corso della giornata – come dovrebbe avvenire a scopo terapeutico – l’aggiunta di dolcificanti, anche naturali (come miele, succo d’agave, ecc.), aumenta di molto l’apporto di zuccheri e calorie all’interno della propria alimentazione.


Potrebbe interessarti: Ballo: i benefici e le virtù

Erbe digestive: come usarle

TIMO

Se vuoi restare in linea mangiando con gusto, ma non hai tempo per cucinare, le erbe aromatiche sono l’ideale: stimolano i processi digestivi, limitano la proliferazione dei batteri e tonificano gli organi interni. È importante ricordare che è meglio utilizzarle fresche, aggiunte a crudo o solo negli ultimi istanti di cottura. Sicuramente ne conosci già diverse, come il rosmarino, il basilico, il prezzemolo… Ma l’universo delle erbe è tutto da scoprire. Impariamo a usarne qualcuna tra le meno conosciute, scoprendone anche le caratteristiche benefiche.

Spaghettini aromatici al timo

Trita 20 g di timo insieme a una manciata di rosmarino, basilico e origano, aggiungi un etto e mezzo di pomodori perini tagliati a dadini, sale e pepe. Scalda l’olio in una padella, unisci la metà del trito e i pomodori. Lessa 250 g di spaghettini, scolali e condisci con il sugo e il trito di erbe rimasto.

Virtù: il timo, ricco di timolo, oltre ad altri oli essenziali quali cimene e borneolo ha un’efficace attività antibatterica e rilassante.


Vito Girelli
Laurea Magistrale in Comunicazione pubblica, digitale e d'impresa
Esperto in: Benessere e Lifestyle
Suggerisci una modifica