Fertilità: come stimolarla con l’alimentazione

Se state cercando di rimanere incinta potete contare su alcuni alimenti dalle proprietà nutritive che stimolano la fertilità della donna e rinvigoriscono quella dell’uomo. Vediamone insieme alcune.

pregnant-2720434_1920

State provando ad avere un figlio? Cominciate adottando una dieta che possa favorire il concepimento. Naturalmente è importante che l’alimentazione sia sana e varia, ma alcuni cibi possono contribuire ad aumentare le possibilità di restare incinta e a migliorare la salute dello sperma.

Lo sostengono esperti della Harvard School of Public Health che spiegano come nella stimolazione della fertilità abbiano un ruolo chiave carboidrati, acidi grassi, proteine…  Ecco come puoi dare una mano alla cicogna.

Le proteine giuste

egg-5948510_1920

Un intero capitolo dello studio è dedicato alle proteine di origine vegetale, legumi in pole position, da prediligere rispetto a quelle animali. Fagioli, lenticchie, piselli sono proteici, ma anche ricchi di zinco, che favorisce l’impianto del feto. Inoltre hanno il vantaggio di non contenere grassi saturi dannosi per l’equilibrio ormonale ovulatorio. Lo zinco si trova anche nelle uova e nei frutti di mare, come vongole, cozze.

Consigliato anche il pesce, perché ricco di grassi omega 3 e 6 che contribuiscono a mantenere in piena efficienza l’apparato riproduttivo.

L’importanza della vitamina B6

tartare-di-tonno-3419583_1920

Frutti tropicali (in particolare avocado e banane), nocciole, salmone, tonno, carne rossa sono alimenti ricchi di vitamina B6, che attiva una serie di complesse reazioni enzimatiche, starter a loro volta della maturazione degli spermatozoi e degli ovociti. Inoltre, la vitamina B6 riduce il rischio di aborti (come evidenziato in un recente studio pubblicato sull’American Journal of Epidemiology). Secondo gli esperti, alcuni coenzimi messi in moto da questa vitamina partecipano a oltre cento reazioni coinvolte nel metabolismo degli aminoacidi e dei grassi, che consentono l’impianto dell’ovulo e lo sviluppo della placenta.

Sì a latte e formaggi

food-1216731_1920

Nello studio di Harvard c’è un altro dato importante: latte e formaggi aumentano la fertilità in quanto accrescono i livelli di estrogeni, ormoni-registi dell’ovulazione. Sebbene non siano i cibi più indicati per mantenere il peso corretto, sono promossi come alimenti della fecondità grazie alla presenza del fattore di crescita: un ormone insulino-simile prodotto dagli animali del latte che stimola direttamente l’apparato riproduttivo femminile.

Frutta, verdura e pasta

salad-2756467_1920

Il buffet della gravidanza deve comprendere mele, pere, insalata, zucchine, ricchi di antiossidanti in grado di proteggere le membrane cellulari e di preservare la qualità degli ovociti. Inoltre spinaci e ortaggi in genere apportano fibre fondamentali per regolare l’attività intestinale, mantenendo in equilibrio il metabolismo del corpo.

Consigliati pasta e pane integrali che hanno un indice glicemico basso e vengono digeriti lentamente mantenendo inalterato l’equilibrio ormonale.

Con la consulenza di Roberto Uliano, nutrizionista a Napoli.