Dieta e consigli utili per una pelle sana e abbronzata

-
22/03/2021

Con l’arrivo dell’estate ci si prepara anche a prendere il sole e ad abbronzarsi. Scopriamo come riuscire a prendere colorito nel migliore dei modi senza scottarsi. A quanto pare tutto parte dalla tavola e dagli alimenti che scegliamo.

relax-couple-lay-down-beach-chiar-with-sea-wave-man-woman-have-vacation-sea-nature-concept


Uno dei benefici dell’estate è quello di ritrovare un colorito sano grazie al tempo passato all’aria aperta e ad un’abbronzatura naturale, dopo il grigiore dei mesi freddi. Che si scelga il mare o la montagna, resta fondamentale preparare e proteggere la pelle, per evitare inconvenienti e sfruttare così a pieno le vacanze assolate.

Le attenzioni iniziano a tavola, approfittando della ricca scelta di frutta estiva, giustamente la più adatta al benessere della pelle esposta al sole.

È consigliabile, per chi volesse ottenere gli effetti migliori, consultarsi con un nutrizionista a Milano o in altre zone d’Italia; che sappia fornire i consigli utili riguardo al tipo di alimentazione da seguire e alle sostanze più adatte perché il nostro corpo affronti nel modo più adeguato i mesi caldi.


Leggi anche: Consigli per una colazione sana e gustosa

Il segreto è nella dieta alimentare

mixed-fruits-with-apple-banana-orange-other

Tra i frutti, gli alleati indispensabili sono quelli di colore giallo, arancione e rosso, che devono la loro colorazione al betacarotene. Sarà proprio questo prezioso pigmento in sinergia con la melanina ad aiutarci ad ottenere un’abbronzatura omogenea.

Via libera allora ad albicocche, anguria, melone, papaya, pesche e ciliegie. Senza dimenticare le verdure: carote, peperoni gialli e rossi, pomodori, ma anche lattuga e spinaci. Per potenziare l’assorbimento di betacarotene è buona norma condire le verdure con olio extravergine d’oliva a crudo.

Frutta e verdura offrono in più il vantaggio di idratare efficacemente la pelle, e di mantenerla giovane grazie alla loro azione antiossidante. Un altro elemento importante per il nostro benessere è infatti il licopene, indispensabile per dichiarare guerra ai radicali liberi ed evitare che il sole oltre all’abbronzatura ci regali qualche ruga in più. È contenuto in buona quantità nel pompelmo rosa e nel pomodoro, fresco ma anche in salsa, essendo resistente al calore della cottura.

Vitamina PP per le infiammazioni

top-view-fresh-fish-slices-with-red-tomatoes-dark-table-seafood-ocean-meat-sea-meal-pepper-dish-food-salad-water

Se la voglia di abbronzarci rapidamente ci ha fatto abbassare le difese fino ad avere la pelle scottata o un fastidioso eritema, vengono in aiuto altri alimenti: pesce azzurro (sarde, acciughe, tonno, pesce spada, sgombro…) ma anche gamberetti, uova e arachidi, tutti ricchi di vitamina PP, utile appunto a calmare l’infiammazione.

Per una soluzione tempestiva sarà anche utile spalmare creme e lozioni alla calendula o al tea tree, rimedi omeopatici molto efficaci in caso di arrossamenti da esposizione al sole e al vento.

Fare il pieno di vitamine ed esporsi in maniera ragionevole, evitando di crogiolarsi sotto il sole a picco, magari dopo un anno passato chiusi in ufficio, è sempre la regola d’oro, semplice, banale, ma spesso infranta.


Potrebbe interessarti: Contraccezione: tutti i consigli utili per il sesso sicuro

Creme e oli abbronzanti

beautiful-tanned-fit-caucasian-woman-bronze-shiny-skin-bikini-with-coconut-oil

Per evitare conseguenze anche serie per la salute della pelle, se le vacanze sono brevi e proprio non si vuole rinunciare a un’abbronzatura rapida, è meglio piuttosto affidarsi a creme solari specifiche, commercializzate come attivatori o acceleratori dell’abbronzatura.

Queste vanno a stimolare la tirosinasi, il meccanismo biologico coinvolto nella formazione di melanina, e sono di solito associate all’indispensabile fattore di protezione, da scegliere sempre attentamente in base al tipo di pelle. Senza scottature si arriva così fino a dimezzare il tempo necessario ad avere un colorito invidiabile.


Anna Vitale
  • Laureata in Scienze della Comunicazione digitale e d’impresa
  • Wellness coach
Suggerisci una modifica