Cucina vegetariana: i segreti di Raffaele Mancini

Arianna Preciballe
  • Esperta di: Diete e cura degli inestetismi

Raffaele Mancini, chef, artista e maestro oggi ci svela i suoi segreti per realizzare i più gustosi piatti della cucina vegetariana con uno occhio alla linea e alle intolleranze alimentari!

Raffaele Mancini chef

Raffaele Mancinii è docente presso il Centro di Formazione professionale Galdus e collabora con FGA (Food Genius Academy), che prevede un’ampia offerta formativa di corsi di Alta cucina e Management di sala e cantina (una parte propedeutica in laboratorio con docenti di livello e un tirocinio direttamente nelle cucine dei migliori ristoranti della Guida Michelin).

Si tratta di un’opportunità per i molti studenti che possono così accedere più facilmente al mondo del lavoro. FGA, infatti, ha sede a Milano, Bologna e Torino ed è partner della Chef Academy of London.

Cucina vegetariana: consigli dello chef

Lo chef, che oggi ci ha dato qualche dritta, si contraddistingue per la straordinaria abilità creativa, nata dalla conoscenza e dall’esperienza e applicata alla ricerca di un’alimentazione il più possibile “sana per il corpo, equilibrata per la mente e raffinata per il palato”, come lui stesso ama definire la sua cucina.

Il suo percorso lo ha portato a valorizzare i piatti vegani e vegetariani sempre mantenendo aspetti light e con una particolare attenzione alle intolleranze e alle allergie alimentari, da lui stesso sofferte e che considera troppo spesso etichettate a torto una moda anziché un’importante scelta di benessere, di cura e di rispetto per la propria salute fisica e mentale.

Schermata 2021-01-08 alle 21.34.37

Come realizzare un piatto gustoso e light?

“Per light intendo una cucina di pesce possibilmente ‘povero’, non in via di estinzione, e con pochi grassi. Preferisco escludere la carne”

precisa lo chef segnalando che i prodotti utilizzati per i suoi piatti sono sempre freschi e stagionali, abbinati a erbe officinali e germogli che conferiscono originalità alla preparazione e sapori definiti da un’incredibile leggerezza. Insomma, un connubio perfetto per corpo e mente.

“Fondamentalmente porto sulla tavola tutti quei prodotti che appartengono alla nostra cultura mediterranea e occidentale. Se preparo delle ricette vegan integro con derivati della soia e seitan, che invece non uso nelle ricette vegetariane. Per tutti i tipi di cucina invece amo usare le alghe”

ci confida Mancini dalla cucina del suo intimo locale milanese (28 posti), dove ci delizia con una creazione a base di un ingrediente insolito per la maggior parte di noi: il tofu.

Perché il tofu?

“Ottenuto dalla soia fermentata, il tofu è un formaggio, detto anche formaggio di soia, considerato dagli specialisti un prezioso elisir di lunga vita: ripulisce il sangue, favorisce la digestione, allontana le malattie. Il tofu è un prodotto molto duttile. Non contiene lattosio ma proteine vegetali, Omega 3 e 6, ferro e una bassa percentuale di sale. Lo si trova in diverse consistenze, lo si può auto-produrre, è utilizzabile sia in preparazioni dolci che salate e, non meno importante, non contiene glutine, ottimo per le persone che soffrono di questa intolleranza”.

Quali sono i segreti della cucina vegetariana?

“Utilizzate preferibilmente prodotti di coltivazioni “bio”, preparate piatti con pochi ingredienti e riscoprite la vostra “regionalità” culinaria. Non riempite il frigorifero ma fate acquisti per 1-2 giorni e, possibilmente, a pancia piena “per evitare di comperare prodotti che non servono o in eccesso”.

Se volete realizzare uno dei tanti piatti vegetariani di successo del maestro Raffaele Mancini, nella nostra sezione dedicata alle ricette vi aspettano gli step per preparare la sua gustosa Pasta con tofu e pesto di agrumi: leggera… ma nel rispetto del sapore!