Come tenere a bada l’appetito

Dott.ssa Martina De Renzis
  • Esperta in Diete e alimentazione

Appagare la sensazione di fame risponde all’istinto di conservazione. Il centro della fame, un gruppo di cellule nervose dell’ipotalamo, è sempre in azione: dal cervello attiva vari organi e ormoni, e provoca la ricerca di cibo, fonte essenziale di energia. Al centro della fame si oppone quello della sazietà, altre cellule nervose dell’ipotalamo, capaci di farti smettere di mangiare.sazietà

Ad attivare questo meccanismo di “stop” contribuisce la leptina, un ormone prodotto dal tessuto adiposo, che segnala al cervello la presenza di riserve di energia sotto forma di grasso regolando quindi l’appetito e il metabolismo. Ma qualche volta il meccanismo si inceppa e il cervello non è più in grado di recepirne la presenza e farti sentire sazia. Facile capire che il risultato potrebbe essere l’aumento di peso con tutti i problemi di salute connessi.

Sono in corso numerose ricerche su eventuali terapie che sfruttino la leptina. Ma in attesa dei risultati puoi seguire alcune indicazioni dietetiche per attivare il senso di sazietà. Come quelle dell’americana Mayo Clinic, famosa in tutto il mondo come centro medico e di ricerca scientifica: suggeriscono di impostare la dieta sul concetto di densità d’energia. Il trucco è preferire cibi a bassa densità, quelli che hanno poche calorie ma molto volume, così puoi mangiare di più e sentirti piena. Un esempio? Mangia uva fresca anziché uva passa: così risparmi ben 250 calorie a etto.

Aperitivo

Pensate di sapere tutti i trucchi per regolarsi a tavola? Diverse sono le alternative valide per aumentare il senso di sazietà. Può essere utile sgranocchiare verdura cruda prima dei pasti, infatti il segnale di sazietà impiega circa venti minuti per arrivare al cervello, in questo modo riusciremo a sederci a tavola con un senso di fame attenuato e ci permetterà di non ingurgitare più cibo del dovuto. Un’altra opzione è quella di iniziare il pasto con un bel bicchiere d’acqua, metodo efficace per controllare l’appetito.