Centrifugati: ricette e benefici

Revisione dell’articolo a cura della dottoressa nutrizionista Martina De Renzis

I centrifugati di frutta e verdure sono un vera e propria miniera di benessere e bontà. Queste bevande infatti hanno tantissime proprietà benefiche, ricche di vitamine e di sali minerali.

smoothies-2253430_1920

I centrifugati non solo dissetano ma sono ricchi di proprietà. Semplicissimi da preparare, sono delle vere e proprie “spremute” di vitamine e sali minerali, benefiche e salutari per l’intero organismo, soprattutto in questo periodo dell’anno in cui è importante aiutare il fegato a smaltire le sostanze di scarto accumulate nei faticosi mesi invernali.

Drenanti, depuranti e sgonfianti, sono adatti a tutti, e separando il succo dalla fibra sono ideali anche per chi ha problemi di colite. Possono essere realizzati sia con frutta sia con verdura, e ogni vegetale ha delle particolari proprietà.

Te ne proponiamo tre: drenante, depurante e sgonfiante.


Leggi anche: Centrifugati, frullati e frappè: benefici e consigli di preparazione

Centrifugato drenante

Ingredienti:

  • 2 fette di ananas sbucciate;
  • 2 gambi di sedano;
  • 1 cuore di finocchio;
  • 1 cucchiaino di semi di anice;
  • foglie di menta fresca.

Preparazione:

Centrifuga finocchio e sedano e, dopo qualche secondo, le fette di ananas.

Mescola con un cucchiaino di semi di anice e foglioline di menta.

smoothies-3809508_1920

Centrifugato depurante

Ingredienti:

  • 2 carote;
  • 2 mele;
  • 1 fettina di zenzero fresco

Preparazione:

Lava molto bene le mele, raschia le carote e taglia una fettina di zenzero fresco.

Riduci a tocchetti gli ingredienti e inseriscili nella centrifuga.

Centrifugato sgonfiante

Ingredienti:

  • 2 kiwi;
  • 1 finocchio piccolo;
  • 1 carciofo senza spine;
  • 1 cespo di radicchio rosso.

Preparazione:

Centrifuga prima il finocchio (sia la parte verde che le fronde) e aggiungi i due kiwi, il carciofo e, infine, il cespo di radicchio rosso. Questo centrifugato va bevuto circa un’ora prima dei pasti, ottimo come spuntino nella mattinata prima di pranzo o nel pomeriggio prima di cena.


Paolo Cesarotti
  • Nutrizionista
  • Laureato in Scienze biologiche con indirizzo Bio-Sanitario
  • Master in medicina d'urgenza
Suggerisci una modifica