Caffè: proprietà e virtù

Il caffè è la seconda bevanda più consumata al mondo, subito dopo il té. Per la sua ricchezza in sostanze che apportano benefici all’organismo, ha spinto numerosi ricercatori ad approfondire le conoscenze sulle sue qualità. Non presenta grandi controindicazioni, se si escludono coloro che non tollerano la caffeina o che hanno delle condizioni di salute per le quali la bevanda è sconsigliata. Ma, anche per questi casi, esiste un’alternativa data dal caffè decaffeinato, che ci permette di non rinunciare alla “tazzina più amata dagli Italiani”. Conosciamo insieme qualcosa in più di questa preziosa bevanda.

Schermata 2021-06-11 alle 00.39.00

Sono diverse le leggende riguardanti la scoperta del caffè, tra queste, la più curiosa narra che nello Yemen, presso il Monastero Chehodet, un pastore stava badando alle capre di proprietà dei monaci, quando si rese conto che queste diventavano particolarmente vispe dopo aver mangiato alcune bacche. Il pastore, incuriosito di ciò, decise di portare le bacche ai monaci. Dopo aver ascoltato il racconto del pastore, i monaci non credettero alle parole del ragazzo e gettarono nel fuoco le bacche.

Dopo un po’ si sprigionò nell’aria un delizioso profumo, sconosciuto ai monaci. A quel punto i religiosi, incuriositi,  recuperarono dal fuoco le bacche e le immersero nell’acqua che diventò scura, ma molto profumata. Ciò indusse i monaci ad assaggiarla e a scoprire la sua bontà. Da quel momento, quella strana bevanda venne usata dai monaci per rimanere svegli durante le lunghe preghiere notturne.

Controverse sono anche le credenze su suoi effetti che si sono succedute nella storia. In passato infatti, era considerata una bevanda nociva, tanto da bandirne l’uso. Un aneddoto risalente al 1700 racconta anche che in Svezia, il re Gustavo III decise di uccidere i carcerati grazie alla somministrazione di alte dosi di caffè. Ovviamente i condannati a morte non morirono, anzi, si racconta che vissero molto a lungo.

Proprietà e benefici del caffè

Schermata 2021-06-11 alle 00.30.13

Ciò che fa del caffè una bevanda salutare è la sua ricchezza in sostanze bioattive, ovvero capaci di influire sul metabolismo cellulare. Tra queste numerose sostanze troviamo sali minerali come il potassio, antiossidanti come i tannini, un importante precursore vitaminico come la trigonellina e la caffeina, noto alcaloide.

Questa sostanza, oltre a contribuire a caratterizzare il gusto del caffè, possiede diverse proprietà farmacologiche: a livello renale, favorisce la diuresi; a livello gastrointestinale, stimola la secrezione gastrica; nel tessuto adiposo, stimola la lipolisi; inoltre agisce a livello della muscolatura liscia, favorendone il rilassamento.