Broccoli: proprietà benefiche e virtù

Paolo Cesarotti
  • Esperta in Diete e alimentazione

Il broccolo è un ortaggio che appartiene alla famiglia delle crucifere. Quest’ultimo ha numerose proprietà e caratteristiche benefiche. Vediamole insieme una alla volta.

bowl-of-broccoli-2584307_1920

Le parti edibili della pianta sono sia le foglie (cavolo cappuccio, verza, cinese, marino, nero, cavolini di Bruxelles) sia il suo interno (broccolo, broccoletti, cavolfiore). Questo tipico ortaggio contiene solo 27 calorie per 100 grammi ed è quindi consigliato dai medici nelle diete ipocaloriche.

I broccoli sono una miniera di sostanze nutritive utilissime per la nostra salute: vitamina A, vitamine B1, B2, B9 (acido folico), PP, C, (a parità di peso il cavolo rapa ne contiene più delle arance), K, U. Racchiudono inoltre un ampio ventaglio di minerali: fosforo, calcio, ferro, zolfo, potassio, rame, magnesio, iodo, e arsenico.

Contengono inoltre tiossazolidoni, efficaci per la tiroide, e sulforafano, una sostanza che non solo previene l’incremento di cellule cancerogene, ma impedisce anche il processo di divisione cellulare, inibendo perciò la morte delle cellule. Il sulforafano blocca quindi la cancerogenesi e protegge contro i tumori; inoltre, secondo uno studio condotto dalla Imperial College London tale principio attivo rafforza il meccanismo naturale di difesa che protegge le arterie dalle malattie.

Questi ortaggi invernali hanno potere antiossidante, antiage, emolliente, diuretico, cicatrizzante, depurativo e vermifugo. Inoltre, il loro consumo viene spesso suggerito per combattere l’Helicobacter pylori, un batterio molto resistente che insidia la mucosa gastrica generando disturbi come gastriti ed ulcere.  

I broccoli contrastano la ritenzione idrica poiché aiutano l’organismo a disintossicarsi e ad eliminare prodotti chimici nocivi pericolosi. Per mantenere inalterate tutte le virtù benefiche dei broccoli bisogna però prestare attenzione alla modalità di cottura, poiché lessare queste verdure potrebbe compromettere l’efficacie di tutte le proprietà nutritive che andrebbero perse nell’acqua di cottura: si consiglia quindi di cucinare al vapore per 20 minuti, al microonde per 3 minuti oppure in padella per 5 minuti.

Consigli utili per consumare i broccoli

Broccoli

Un piccolo trucco per evitare che l’odore piuttosto forte dei broccoli durante la cottura si propaghi per tutta la casa, mettete all’interno della pentola una fetta di pane con tanta mollica imbevuta di aceto o limone. Qualche semplice segreto della nonna: il decotto di cavolo cura bronchiti e asma, basta cuocere alcune foglie di cavolo, colare e addolcire con miele e bere una tazza al mattino e una alla sera.

Tre cucchiai di succo di cavolfiore ottenuto con la centrifuga, diluito con acqua e miele contribuisce a far guarire prima le malattie da raffreddamento. Infatti uno studio, condotto dal National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland, e pubblicato sul Journal of the National Cancer Institute, ha evidenziato che chi segue un’alimentazione ricca di broccoli e cavoli presenta il 49% di possibilità in meno di ammalarsi proprio grazie alla presenza degli antiossidanti in grado di contrastare l’azione degenerativa dei radicali liberi. Non bisogna dimenticare inoltre l’uso cosmetico.

Il broccolo può fornire un’ottima maschera rigenerante per il viso: pestate le foglie, raccoglietele in una grossa garza e poggiare sul viso per almeno 30 minuti. Nell’uso domestico invece le foglie di cavolo sono un ottimo ravvivante dei colori dei tappeti. Crudo in pinzimonio, cotto per l’insalata o gratinato al forno, saltato in padella per condire primi piatti o frullato per una sfiziosa vellutata, numerose sono le varianti per gustarlo. Ed ecco con una ricetta gustosa e benefica per la salute:

Cavolfiore al curry

woman-cooking-kitchen

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 g di cavolfiore
  • 2 scalogni
  • 1 cucchiaino  di semi di senape
  • 3 cucchiai d’olio d’oliva extravergine
  • 1 spicchio d’aglio tritato
  • 1 cucchiaio di curry
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • ½ cucchiaino di zenzero in polvere
  • 250 g di pomodoro passato
  • 15 cl di yogurt
  • 2 cucchiaini di salsa di soia
  • 1 cucchiaino di coriandolo fresco tritato
  • 50 g di mandorle tostate
  • Sale e pepe

Procedimento:

Fate riscaldare l’olio in una padella. Dividete i cavolfiori in cimette e tritate gli scalogni. Quando l’olio sarà ben caldo, fate tostare i semi di senape per circa un minuto, unite gli scalogni e l’aglio e lasciate imbiondire per un altro minuto; infine, unite il cavolfiore e cocete per tre/quattro minuti. Unite le spezie, la passata di pomodoro, la salsa di soia e 20 cl di acqua. Portate a ebollizione poi abbassate la fiamma e continuate la cottura per altri venti minuti. Aggiungete anche lo yogurt mescolando bene e togliete dal fuoco. Spolverizzate con il coriandolo e le mandorle e servite in tavola.