I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Un “volto globale” per essere tutti uguali

Il modello occidentale simbolo di perfezione

Un “volto globale” per essere tutti uguali

In fatto di bellezza, a detenere il podio della perfezione estetica è il modello occidentale, a cui pare aspiri l’intero mondo femminile, nonostante il dilagare della crisi economica stia ora compromettendo anche il settore della chirurgia estetica. Ma a tener ancora saldo il mercato della bellezza ci pensa l’Oriente, per cui va fatto un discorso a parte. Questo, infatti, insieme al Sud del pianeta, vede inseguire un desiderio crescente di uniformare i propri canoni estetici a quelli occidentali dettati dalla globalizzazione, segnando un bilancio favorevolmente positivo degli interventi eseguiti nelle grandi città asiatiche. Tra tutti, il più gettonato, che riscontra un aumento di oltre il 20% l’anno, è la ‘cantoplastica’, vale a dire il rimodellamento del taglio degli occhi orientali per una forma più arrotondata e meno a mandorla. A seguire, la rinoplastica e, ancor più, la cheiloplastica, ossia la riduzione del volume delle labbra, entrambe richieste soprattutto dagli afroamericani. In ultimo, le liposuzioni con lo scopo di favorire il modellamento dei contorni del corpo. Tra l’altro, tutte queste attenzioni per l’estetica, non sono più prerogative dei ceti facoltosi, ma denunciano una forte crescita anche tra quelli comuni che, modificando i propri tratti somatici, intendono allinearsi al resto del mondo, in una sorta di ‘riscatto sociale’.

Ma può il “volto globale” mettere al riparo da emarginazione, razzismo, disprezzo, stigma e anche povertà? Lo abbiamo chiesto al professor Mario Dini, Specialista in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica a Firenze e Milano, che all'argomento ha dedicato un Educational per la stampa, appena concluso a Milano. “Il fenomeno è tutt'altro che marginale. In realtà moltissime pratiche vengono eseguite da soggetti a basso reddito che cercano soluzioni economiche e spesso rischiose. Persone che si affidano a strutture dei loro paesi dove talora non vigono strette norme di sicurezza e igiene. Per non parlare dell'enorme sottobosco dei trattamenti fai-da-te, e dell'uso di prodotti spesso vietati che in molti casi portano a danni molto difficili da risolvere”. 

 

Ma sarà possibile contenere il fenomeno?

 “Le questioni legate alla 'razza' sono molto delicate, profonde, antiche. Il paziente straniero che desidera assimilare il suo aspetto a quello occidentale, universalmente considerato di successo, spera che il bisturi possa cambiare la 'cultura' e questo non è possibile. Facciamo un esempio: il naso mediorientale è oggettivamente grande e sul volto delicato di una donna può appesantire e indurire i lineamenti. La rinoplastica quindi può migliorare l'aspetto e rendere una donna più bella in assoluto mentre schiarire la pelle con metodi aggressivi è uno stereotipo. Il rischio di assecondare tutte le richieste è di andare incontro ad una delusione e a una insoddisfazione. I media hanno fatto un’enorme pressione per trasferire il concetto che la pelle chiara sia legata alla possibilità di avere successo, ma questo è il frutto della necessità del marketing delle aziende di vendere prodotti sbiancanti e creme solari ad altissima protezione”, conclude il professore.

 

Ti potrebbe interessare anche Vado, mi "ritocco" e torno

di Monica Bratta

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Chirurgia plastica: qual è l’età giusta per intervenire?
Chirurgia plastica: qual è l’età giusta per intervenire?

Non tutto il corpo invecchia alla stessa velocità e non tutti gli..

Rughe, e se imparassimo ad accettarle?
Rughe, e se imparassimo ad accettarle?

I segni del tempo sul viso possono renderlo ancora più interessante

Chirurgia plastica: cosa fare se il risultato non ci piace
Chirurgia plastica: cosa fare se il risultato non ci piace

Può succedere che l’intervento non ci soddisfi del tutto, ma nel 90%..

Chirurgia estetica maschile: favorevole o contraria?
Test - Chirurgia estetica maschile: favorevole o contraria?

Come ti comporteresti se il tuo lui si candidasse per un intervento di..