I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Volontariato: ti aspettiamo per una giornata molto speciale

Volontari per un giorno, solidali per la vita. Teva Italia, per il terzo anno consecutivo,
lancia il 16 ottobre il Volunteering Day, l’iniziativa a sostegno dei più deboli. 
Dieci le associazioni coinvolte, da nord a sud della Penisola.

Volontariato: ti aspettiamo per una giornata molto speciale

Ci sono momenti speciali che restano nel cuore. Il Volunteering Day, la giornata di volontariato organizzata da Teva Italia, azienda leader nel settore farmaceutico - da sempre impegnata nel rendere accessibili cure di alta qualità attraverso lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di medicinali equivalenti, farmaci innovativi, specialità farmaceutiche e principi attivi - è uno di questi. L’evento, in calendario oggi, giovedì 16 ottobre, coinvolge personale di sede e fuori sede, per un totale di circa 160 adesioni distribuite su ben 10 diversi Centri, su tutto il territorio italiano: Bologna, Milano, Molfetta, Napoli, Roma, Torino e Verona.

 “Attraverso un aiuto concreto dedicato a chi ne ha più bisogno, il Volunteering Day rappresenta un momento unico, in cui mettere in pratica quei Valori che giorno dopo giorno accompagnano il nostro lavoro”, spiega Hubert Puech d’Alissac, AD di Teva Italia. “La solidarietà è un nuovo modo di fare impresa in Italia. E bene si inserisce nell’approccio aziendale che mette al centro di tutto quello che facciamo la persona e i suoi bisogni insoddisfatti”, conclude Puech d’Alissac.

L’attività sociale di Teva Italia riafferma l’impegno dell’azienda nel “curare il presente, per sostenere il futuro”, non solo attraverso il lavoro quotidiano, ma anche grazie a iniziative concrete dedicate alla comunità in cui l’azienda opera, per promuovere il benessere dei cittadini sia attraverso iniziative che mirano a diffondere una cultura della prevenzione – anche tramite lo sport e corretti stili di vita -, sia mediante progetti specifici rivolti a soggetti in difficoltà.

La giornata è stata organizzata insieme a VITA, che da 20 anni si occupa di comunicazione sociale e percorsi di sostenibilità.

 

Le associazioni:

Bologna: Antoniano. Nasce nel ‘54 su iniziativa di un gruppo di frati minori dell’ordine di San Francesco. Realizza progetti di solidarietà in ambito socio-assistenziale e sanitario, in Italia e nel mondo. I principali destinatari sono bambini in condizioni di difficoltà e adulti che vivono in condizioni di disagio estremo.

Milano:

  • ATLHA. S’impegna per accogliere giovani e adulti disabili, offrendo loro tempo libero di qualità: viaggi, scambi culturali, sport, laboratori creativi, esperienze di vita all’insegna dell’autonomia e dell’inclusione, garantendo a tutti pari diritti e possibilità.
  • CAF Onlus. Nasce come primo centro in Italia dedicato all’accoglienza e alla cura di minori vittime di maltrattamento e abuso. In 35 anni di attività ha accolto e curato oltre 1000 bambini in gravissima difficoltà.
  • COMIN. Realizza interventi educativi a favore di bambini e delle famiglie in difficoltà. I settori tradizionali d’intervento sono accoglienza in comunità e affido familiare. I settori tradizionali di intervento sono accoglienza in comunità e affido familiare. Ogni anno vengono raggiunte e coinvolte oltre 2.000 persone.
  • Cooperativa La Strada. Gestisce servizi e progetti rivolti a minori, adulti e famiglie in difficoltà. In particolare: comunità e case di accoglienza per minori e malati di Aids; alloggi e servizi di housing sociale per persone e famiglie in grave emergenza abitativa, mamme sole con bambini, papà separati.

Molfetta (BA):
 Lega del Filo d'Oro. Assiste persone sordocieche e pluriminorati psicosensoriali. L’obiettivo finale è quello di reinserire le persone sordocieche nella società e nell'ambiente da cui provengono, compatibilmente con le loro specifiche minorazioni.

Napoli: Dedalus. Nasce con la mission di costruire una comunità accogliente e solidale. Ha un’esperienza trentennale nell’ambito dell’integrazione sociale delle fasce deboli, dello sviluppo locale e dell’intercultura; attualmente, in particolare, promuove e sostiene percorsi di accoglienza.

Roma: SOS Villaggi dei Bambini. È impegnata nell'accoglienza di bambini privi di cure genitoriali o temporaneamente allontanati dalle famiglie. Il suo obiettivo è sviluppare programmi di prevenzione all'abbandono e di rafforzamento familiare, in Italia e in altri 132 paesi del mondo.

Torino: Paradigma. È una cooperativa sociale che si occupa di infanzia e disabilità. Gestisce sul territorio centri per minori traumatizzati da esperienze di maltrattamento e abuso, per persone disabili e per disabili gravi.

Verona: Energie Sociali. Si occupa principalmente di “accoglienza, casa e lavoro”, soprattutto per adolescenti e giovani, in diversi modi: progetti di animazione territoriale e prevenzione al disagio, centri di aggregazione e produzione giovanile, inserimenti lavorativi di persone svantaggiate.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Calo del desiderio in menopausa: un aiuto dalla fitoterapia
Calo del desiderio in menopausa: un aiuto dalla fitoterapia

Sette donne su dieci ne soffrono, ma la natura offre molti rimedi, dalla..

Addominoplastica, pancia di nuovo piatta con l’aiuto del chirurgo
Addominoplastica, pancia di nuovo piatta con l’aiuto del chirurgo

Un intervento impegnativo, che si può anche abbinare alla lipoaspirazione

Il mio personal trainer? Un cane
Il mio personal trainer? Un cane

Gli animali domestici offrono il “supporto sociale” che incoraggia a..

Il tempo a disposizione per te stessa? Soltanto 26 minuti al giorno
Il tempo a disposizione per te stessa? Soltanto 26 minuti al giorno

Secondo una ricerca, le mamme non possono dedicare a sé nemmeno..

La malinconia del tuo bambino potrebbe nascondere una futura depressione
La malinconia del tuo bambino potrebbe nascondere una futura depressione

Se la tristezza del tuo piccolo non è passeggera, è importante..