I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Vietato insistere con la pappa, mangiare senza fame rende obesi

Vietato insistere con la pappa, mangiare senza fame rende obesi

 I bimbi ciciottelli a 24 mesi saranno più facilmente obesi da adolescenti e da adulti e, alla base del problema, ci sono le abitudini impartite dai genitori fin dai primi mesi di vita. Lo dimostra una ricerca condotta su 8.000 famiglie dalla Brigham Young university di Salt Lake, USA, pubblicata su Pediatric Obesity. Si legge nello studio che insistere a fare bere il biberon fino all'ultima goccia anche quando il piccolo non ha più fame o farglielo bere nel lettino prima della nanna aumentano del 36% il rischio di farlo diventare obeso da ragazzo, mentre introdurre cibi solidi prima dei 4 mesi di età aumenta il rischio del sovrappeso del 40%, rispetto a chi invece allatta al seno i piccoli. ''Anche se le calorie si bruciano presto le cattive abitudini restano'', sottolinea Ben Gibbs che ha diretto l'indagine. ''Ci sono manie familiari molto comuni legate all'alimentazione dei primi mesi di vita dei bebè che fanno più male che bene ai bambini. Insistere nel dare il biberon al piccolo quando non ha più voglia di mangiare significa scoraggiare l'istinto della sazietà, così come darglielo direttamente nel lettino e immediatamente prima della nanna, magari per farlo addormentare. Tutto ciò distrae il bebè dalla capacità di autoregolarsi nei confronti del cibo. Infine anche mescolare cereali o zucchero nel latte o nelle pappe quando non è necessario modifica il senso di sazietà e altera i sapori. L'allattamento al seno è invece esente da tali rischi perché il bebè si regola da sé''. Il problema si può risolvere, ricordano i ricercatori, evitando di anticipare l'introduzione delle pappe solide prima dei 6 mesi di vita e non insistendo con il latte o la pappa quando il bebè si stacca spontaneamente dal biberon. Il segreto è imparare ad assecondare l'istinto dei neonati per scongiurare il rischio che diventino futuri obesi.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento