I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Tumori della pelle: attenzione alle cheratosi attiniche

Le lesioni tumorali precoci colpiscono circa l’1,4% della popolazione sopra i 45 anni. Se non curate per tempo, possono degenerare in neoplasie della pelle, non-melanoma. Necessaria la prevenzione con screening diagnostici e terapie appropriate.

Tumori della pelle: attenzione alle cheratosi attiniche

Cattive notizie riguardo i tumori della pelle: in poco meno di un ventennio sono quasi triplicati i nuovi casi di melanoma, il cancro cutaneo più conosciuto e terza diagnosi di carcinoma più frequente sopra i 45 anni di età. Meno aggressivi e noti, ma molto più diffusi tra la popolazione generale, sono i tumori non-melanoma della pelle (non-melanoma skin cancer) che rappresentano complessivamente il 19,9% di tutti i tipi di tumore.

Anche le lesioni cancerose in fase precoce, le cosiddette cheratosi attiniche, che possono precedere il carcinoma squamocellulare, sono in costante aumento: in Italia colpiscono circa l’1,4% della popolazione sopra i 45 anni. La principale causa è la radiazione UVB dei raggi solari che induce una mutazione specifica del DNA cellulare e chi ne è affetto ha una probabilità 10 volte maggiore di sviluppare un carcinoma squamocellulare nei 12 mesi successivi se paragonato al resto della popolazione; i pazienti oltre i 65 anni hanno un rischio 6 volte superiore di sviluppare tale tumore cutaneo rispetto a chi non è affetto da cheratosi attinica.

Per questo è fondamentale trattare la cheratosi attinica come una lesione che può evolvere in un tumore cutaneo invasivo non-melanoma: in tal senso questa patologia può essere considerata un indicatore prezioso dell’aumento di rischio generale del carcinoma cutaneo. La diagnosi precoce dei tumori della pelle è fondamentale per ottenere una prognosi favorevole e aumentare le chance di successo delle nuove terapie per il trattamento delle patologie tumorali e pretumorali. Nonché per contenere i costi del Sistema Sanitario Nazionale.

Tuttavia, in Italia l’attenzione delle istituzioni per la prevenzione dei tumori cutanei è talmente ancora lontana dagli standard europei, da persuadere Euromelanoma, l’iniziativa europea di sensibilizzazione sui tumori della pelle a cui partecipano oltre 30 Paesi, a promuovere uno screening che ha coinvolto 70 rappresentanti del Parlamento italiano.

I risultati, pubblicati di recente sul prestigioso International Journal of Dermatology, evidenziano come, in questo campo, i comportamenti della classe politica non si discostino da quelli dei cittadini: stesse abitudini per l’esposizione al sole, due settimane l’anno, e stessi fattori di rischio con sospetto di lesioni cancerose in fase precoce, rendono sovrapponibili i dati riscontrati tra i parlamentari e la popolazione generale. La presenza di tumori della pelle è stata riscontrata nel 14,5% del campione esaminato, di questi ben il 6,5% sono risultate lesioni da cheratosi attinica, un tumore della pelle non-melanoma in fase precoce. Da qui la necessità di maggiore attenzione verso questa patologia cutanea che proprio per la sua incidenza deve essere diagnosticata per tempo attraverso appositi screening della pelle così da poter essere trattata prima della sua progressione verso una forma invasiva. Le strategie per contrastare i tumori cutanei sono state discusse a Roma, nel corso di un incontro tra rappresentanti delle istituzioni e specialisti svoltosi alla Camera dei Deputati.

“Prevenire le lesioni e i tumori della pelle è più facile e meno costoso rispetto ad altre patologie ed è opportuno che le Istituzioni identifichino strategie mirate a trovare risorse da allocare in questo settore”, afferma Ketty Peris, Direttore della Clinica Dermatologica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e Presidente di Euromelanoma Italia.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Vignette e libri divertenti: le donne scoprono l’ironia per combattere il cancro
Vignette e libri divertenti: le donne scoprono l’ironia per combattere il cancro

Intervista a Marisa Acocella Marchetto, l’illustratrice italoamericana..

Troppe docce possono compromettere la salute della pelle?
Troppe docce possono compromettere la salute della pelle?

Il consiglio del dermatologo è detergere l'epidermide, senza impoverirla

Fermare il cancro con un’aspirina?
Fermare il cancro con un’aspirina?

Secondo una nuova ricerca, la sua azione antinfiammatoria arresterebbe la..

Pelle sensibile? Ecco come proteggerla
Pelle sensibile? Ecco come proteggerla

L’epidermide delicata deve essere aiutata a fronteggiare lo stress..

Settanta ricette gustose per avere una pelle sempre giovane
Settanta ricette gustose per avere una pelle sempre giovane

In questo libro, scritto da Lorella Cuccarini e due dermatologhe, i..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..