I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Tumori cerebrali: sempre più vicini a svelare il mistero

Scoperto allo IEO il meccanismo chiave all’origine dei gliomi, il cancro del cervello più diffuso nell’adulto.

Tumori cerebrali: sempre più vicini a svelare il mistero

Un’importante scoperta scientifica italiana apre nuove strade nello studio dei tumori cerebrali, segnando una tappa fondamentale per svelare la biologia di un fenomeno così complesso come il cancro, e in particolare di un tipo di tumore così eterogeneo e aggressivo come quello al cervello.

Lo studio guidato dal Prof. Giuseppe Testa, professore di Biologia Molecolare all’Università Statale di Milano ha identificato un nuovo meccanismo molecolare alla base della formazione dei gliomi (i tumori cerebrali più comuni nell’adulto), candidato ora a diventare un bersaglio da contrastare in maniera specifica come nuova strategia di cura.

Il meccanismo individuato all'Istituto Europeo di Oncologia (IEO) si basa sull’azione di un enzima appartenente a un gruppo di proteine chiamato Polycomb, che hanno la funzione fisiologica di disattivare i geni di cui la cellula non ha bisogno in determinate fasi del suo sviluppo. Un ruolo dunque di primaria importanza nella formazione dei tessuti e degli organi, e che può essere gravemente alterato nei tumori. Infatti, tra i geni bersaglio di Polycomb, la Dr.ssa Elena Signaroldi e il Dr. Pasquale Laise autori principali dello studio, ne hanno scoperto uno, Zfp423, il cui spegnimento influisce nello sviluppo dei gliomi. In sostanza, l’equipe di ricercatori ha osservato che se Zfp423 rimane acceso, il tumore rallenta la crescita; se invece viene spento, l’aggressività aumenta. Il prossimo passo è quindi trovare un inibitore di Polycomb, che impedisca lo spegnimento di questo gene prezioso.

Analizzando diversi tipi di glioma, prima nei modelli animali e poi nell’uomo, gli scienziati hanno dimostrato il forte valore prognostico di Zfp423 sulla sopravvivenza dei pazienti, con una prognosi nettamente migliore in quei malati in cui i tumori lo hanno mantenuto acceso.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
“Race for the Cure”, insieme contro il cancro al seno
“Race for the Cure”, insieme contro il cancro al seno

Il 22 maggio si corre la mini-maratona di solidarietà con le donne che..

Nanoparticelle per arrivare al cuore della cellula tumorale
Nanoparticelle per arrivare al cuore della cellula tumorale

Un nuovo farmaco per curare il cancro al seno in stadio avanzato, più..

Fermare il cancro con un’aspirina?
Fermare il cancro con un’aspirina?

Secondo una nuova ricerca, la sua azione antinfiammatoria arresterebbe la..

Cancro al colon: meno carne per evitarlo
Cancro al colon: meno carne per evitarlo

Attività fisica e alimentazione controllata sono il mezzo migliore di..

Chiacchiera con un amico per mettere in moto il tuo cervello
Chiacchiera con un amico per mettere in moto il tuo cervello

10 minuti di conversazione aumenterebbero le prestazioni mentali

Sei combattiva o fatalista?
Test - Sei combattiva o fatalista?

Sei convinta di poter esercitare un controllo sugli eventi e di poter..

Eterna ragazzina o adulta responsabile?
Test - Eterna ragazzina o adulta responsabile?

Sei affetta dalla sindrome di Peter Pan e ti rifiuti di crescere? Oppure..