I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Trombosi: in 1 caso su 3 può essere evitata

Colpiscono ogni anno 600 mila italiani, perfino bambini e neonati. Sono Ictus, Infarto, Embolia. Per conoscerle, il 13 aprile, per la Giornata nazionale per la lotta alla Trombosi, Alt scende in campo con numerose iniziative - #ALTpigrizia.

Trombosi: in 1 caso su 3 può essere evitata

Sono gravi e subdole ma nessuno dovrebbe dire “Io non lo sapevo” perché le malattie da Trombosi (Ictus, Infarto, Embolia) colpiscono il doppio dei tumori, sono mortali e ancora più spesso lasciano gravi invalidità, anche in persone molto giovani, addirittura nei bambini.

Quello che molti in aggiunta ignorano, è che potrebbero essere evitate “almeno in 1 caso su 3, con la conoscenza e l’assunzione di responsabilità che ci permettono di comprendere la relazione fra stile di vita e probabilità di malattia, per proteggere il nostro cuore, il nostro cervello e il nostro corpo dalle malattie cardiovascolari da Trombosi”, dichiara la dottoressa Lidia Rota Vender, presidente di ALT (Associazione per la Lotta alla Trombosi e alle malattie cardiovascolari – Onlus).

Una presa di coscienza, che non può prescindere dal fare proprie quelle norme che sono alla base del manifesto della Salute: 10 regole di scienza e buonsenso per vivere fino a 100 anni, che accompagnano la quinta edizione della Giornata nazionale per la lotta alla Trombosi, mercoledì 13 aprile.

All’insegna dello slogan “Chi impara presto, campa 100 anni”, numerosi eventi organizzati in tutta Italia: a Milano ad esempio si svolge un’edizione speciale di trekking, a Bologna un incontro aperto al pubblico dal titolo “Nutrire il corpo e l’anima: un pomeriggio tra salute e musica” (accompagnato da un concerto alla Regia Accademia Filarmonica), e tante altre iniziative, per ogni età, a Bergamo, Genova, Ferrara, Cassino, Bari, Palermo. Per conoscere i programmi, visita il sito www.giornatatrmbosi.it

Ma non è tutto: la nuova edizione della Giornata viaggia anche sul web con il sito www.giornatatrombosi.it , la pagina Facebook della campagna e di ALT, l’hashtag #ALTpigrizia per sfidare la pigrizia inviando un autoscatto su Instagram, Twitter e Facebook (info su www.altpigrizia.org), il forum “Mi curo di te” www.altforum.it per quanti seguono una terapia anticoagulante, fino a SALTO, il periodico scientifico di ALT ricco di consigli per imparare a scegliere uno stile di vita sano. 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Allarme rosso per il cuore delle donne
Allarme rosso per il cuore delle donne

Al contrario di quanto si crede, le malattie cardiovascolari colpiscono..

Per la medicina di genere, uomini e donne sono pazienti diversi
Per la medicina di genere, uomini e donne sono pazienti diversi

È importante tenere conto delle differenze tra i sessi per diagnosi..

Malattie genetiche della vista: lo zafferano è una possibile cura
Malattie genetiche della vista: lo zafferano è una possibile cura

La prima sperimentazione condotta su 30 pazienti ha dato risultati..

Coccole per il corpo
Coccole per il corpo

Finalmente arrivano le vacanze e puoi dedicare tempo al tuo benessere;..

Sei sottopeso o sovrappeso?
Strumenti - Sei sottopeso o sovrappeso?

Attraverso l’indice di massa corporeo, il BMI (Body Mass Index) puoi..

A che velocità batte il tuo cuore?
Strumenti - A che velocità batte il tuo cuore?

Specificando il sesso e inserendo l’età otterrai la tua frequenza..

Bevi a sufficienza?
Strumenti - Bevi a sufficienza?

Lo sai che circa il 70% del nostro peso corporeo è costituito da acqua e..

Hai problemi di cuore?
Test - Hai problemi di cuore?

Vuoi sapere qual è il tuo rischio di malattie cardiovascolari? Rispondi..

Ti piaci come sei o vorresti essere diversa?
Test - Ti piaci come sei o vorresti essere diversa?

Sei in perenne conflitto col tuo corpo o hai imparato ad accettarlo con..