I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Tromboebolismo venoso: è allarme in Europa

Tromboebolismo venoso: è allarme in Europa

C’è una patologia che in Europa causa la morte di oltre 370.000 persone l’anno, più del doppio dei decessi causati da cancro al seno, alla prostata, AIDS e incidenti d’auto messi insieme: si chiama tromboembolismo venoso (TEV). La malattia, spesso asintomatica e sotto-diagnosticata, annualmente colpisce più di un milione di pazienti in Francia, Germania, Italia, Spagna, Svezia e Gran Bretagna, stime che si prevede raddoppieranno entro il 2050.

Il tromboembolismo venoso (TEV) consiste nella formazione di  coaguli di sangue, detti trombi, all’interno di una vena, ed ha due manifestazioni cliniche: la trombosi venosa profonda (TVP), quando i trombi occludono i vasi venosi di gambe, pelvi o braccia, e l’embolia polmonare (EP), se uno o più frammenti (emboli) di trombi si staccano dal loro punto di origine e viaggiano fino alle arterie polmonari ostruendole. “La sensibilizzazione e la prevenzione diventano indispensabili soprattutto nelle categorie ad alto rischio, come nel caso dei pazienti ricoverati in ospedale, ma in generale l’identificazione di tutti i fattori di rischio ed una diagnosi tempestiva, seguita da una corretta terapia nel caso la patologia si manifesti, possono evitare spiacevoli conseguenze”, spiega Walter Ageno, professore associato di Medicina Interna presso il Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell’Università degli Studi dell’Insubria (VA). Recentemente, è stato sottoposto al vaglio dell’EMA un nuovo anticoagulante orale (edoxaban), a seguito del più ampio trial clinico di fase 3 mai realizzato per questa patologia (HOKUSAI-VTE). Lo studio, ha infatti dimostrato un profilo di efficacia sovrapponibile al warfarin (trattamento ad oggi più diffuso in associazione con l’eparina)  e una maggiore sicurezza, con una  riduzione significativa del rischio di emorragie.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Gambe e braccia, quando ci vuole il lifting
Gambe e braccia, quando ci vuole il lifting

La stessa tecnica usata per il viso per restituire tonicità e..

Come ottenere braccia toniche e tornite
Come ottenere braccia toniche e tornite

Un allenamento mirato per esibire senza imbarazzi top e canotte

Gambe pesanti? Scacco in tre mosse!
Gambe pesanti? Scacco in tre mosse!

Gli arti inferiori andrebbero sempre tenuti in movimento, ma non è..

Con Venogym gambe sgonfie e leggere
Con Venogym gambe sgonfie e leggere

Un alleato per la salute delle gambe, in grado di riattivare la..

14 giugno: Giornata Mondiale del Donatore di sangue
14 giugno: Giornata Mondiale del Donatore di sangue

''Più sangue, più vita'': questo lo slogan coniato per celebrare un..