I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Torna il Festival dei saperi educativi - EDU 2013

Le scuole si incontrano e fanno il punto della situazione in Italia, definendo obiettivi comuni

Torna il Festival dei saperi educativi - EDU 2013

Da venerdì 24 a sabato 25 maggio 2013, si svolgerà nel borgo medievale di Vitorchiano, in provincia di Viterbo, la quarta edizione del Festival dei saperi educativi - EDU 2013, organizzato dall’Istituto Superiore Universitario di Scienze psicopedagogiche e sociali “Progetto Uomo” (IPU), in concorso col Comune di Vitorchiano, suggestivo borgo medievale. Un’iniziativa gratuita, giunta alla quarta edizione, che vede la partecipazione di numerose Scuole del territorio, attratte dagli interessanti laboratori a loro riservati.
L’appuntamento offrirà l’occasione per riflettere sulle dinamiche pedagogiche e solidaristiche utili a riaffermare i fondamentali punti di riferimento per il nostro Paese, che fatica ad affrontare con serietà e creatività le nuove sfide sociali e che rischia di deprimere e compromettere un rilevante patrimonio educativo e culturale. Educare alla qualità delle relazioni è
il messaggio di questa quarta edizione del Festival. “Attraverso il Festival dei saperi educativi – commenta Nicolò Pisanu, Preside dell’Istituto Universitario Progetto Uomo - l’IPU vuole coltivare, perseguire e condividere finalità e obiettivi del mandato educativo, con la consapevolezza che è compito di tutti e non solo degli addetti ai lavori. Anche per questo il Festival invade strade e piazze e si colora di dialoghi, rappresentazioni, laboratori con e per tutti. Aiutare l'uomo a crescere come persona ma anche a sviluppare creatività e aspirazioni fa parte dei compiti non facili dell'educazione. Ma soprattutto educare significa costruire relazioni perché ogni contatto tra due individui determina un effetto in entrambi e quindi la scuola appare come una palestra ideale per allenarsi al gioco delle relazioni umane”. I Laboratori e le rappresentazioni teatrali richiameranno aspetti poco esplorati nella formazione e nella riabilitazione: l’educazione ai rapporti, lo sviluppo dell’intelligenza emotiva, il gioco (in chiave simbolico/educativa) come strumento da attivare, per poter dialogare con l’allievo o l’utente e i Servizi, aprirlo a se stesso e agli altri, educarlo alla relazione, nonostante i suoi limiti e puntando alla risorse della persona stessa quale propedeutica al suo essere e vivere nel mondo in quanto le conoscenze da apprendere saranno comunque gregarie alle capacità di stare nel mondo.

Le Scuole che intendono prenotare uno o più laboratori devono contattare la Dr.ssa Simona Ricci al numero 3355975396 (ricci@istitutoprogettouomo.it).

 

di Luana Trumino

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento