I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Per la cura del tumore al pancreas, arrivano le nanoparticelle

Per la cura del tumore al pancreas, arrivano le nanoparticelle

Una nuova via microscopica per attaccare il tumore del pancreas dritto al suo “cuore”. La rivoluzione arriva dalle nanoparticelle, che riescono oggi a bombardare dall’interno questa malattia molto aggressiva, finora impermeabile ai farmaci tradizionali.

Con tre vantaggi in più:

  • la sopravvivenza dei pazienti aumenta del 27%
  • diminuiscono gli effetti collaterali
  • migliora la qualità di vita

“Attendevamo questo passo avanti da oltre vent’anni, dopo decine di insuccessi. Ma il nab-paclitaxel, la nuova molecola, attende ancora il via libera dall’AIFA – commenta il prof. Stefano Cascinu, Direttore dell’Oncologia Medica degli Ospedali Riuniti di Ancona e Presidente AIOM, l'Associazione italiana di Oncologia Medica –. Nel nostro Paese il cancro del pancreas colpisce ogni anno 12mila persone, ma il farmaco non è disponibile.”, sottolinea lo specialista.

“Il futuro della lotta al cancro risiede in una maggiore conoscenza delle potenzialità delle nanoparticelle – spiega il prof. Mauro Ferrari, presidente del Methodist Hospital Research Institute di Houston, nonché il più importante ricercatore al mondo nel campo della nanomedicina. –. Aprono infatti nuovi orizzonti nella personalizzazione del trattamento, così come avviene ormai per le target therapies e i farmaci biologici. Il successo risiede proprio nella loro natura, perché operano su scala infinitesimale e costruiscono strutture di dimensioni di qualche atomo. Per fare un confronto, lo spessore di un capello umano è di 100mila nanometri. A questo livello cambiano le proprietà fisiche degli elementi e il modo in cui si esprimono le leggi della natura. È possibile così progettare ‘vettori’ che penetrano con maggiore facilità nei vasi sanguigni prossimi al tessuto tumorale, aumentando la concentrazione di principio attivo del 33%. Nel nostro laboratorio di Houston, in collaborazione con ingegneri Nasa, abbiamo realizzato veri e propri ‘razzi multistadio’ microscopici che assolvono questi compiti”, spiega il ricercatore intervenuto a Roma al Convegno nazionale intitolato “NanoHealth Seminar: focus on Oncology”.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Nanoparticelle per arrivare al cuore della cellula tumorale
Nanoparticelle per arrivare al cuore della cellula tumorale

Un nuovo farmaco per curare il cancro al seno in stadio avanzato, più..

Il tumore alle ovaie: come prevenirlo
Il tumore alle ovaie: come prevenirlo

La scarsa informazione aumenta i rischi legati a una diagnosi tardiva

Malattia di Gaucher: terapia enzimatica per una vita normale
Malattia di Gaucher: terapia enzimatica per una vita normale

La sostituzione dell’enzima beta-glucosidasi acida può agire..

Vignette e libri divertenti: le donne scoprono l’ironia per combattere il cancro
Vignette e libri divertenti: le donne scoprono l’ironia per combattere il cancro

Intervista a Marisa Acocella Marchetto, l’illustratrice italoamericana..

Tumore al seno: l’esperienza di Rosanna Banfi e le novità in campo scientifico
Tumore al seno: l’esperienza di Rosanna Banfi e le novità in campo scientifico

La ricerca medica ha messo in campo trattamenti meno invasivi e terapie..

In vacanza riesci a staccare dal lavoro?
Test - In vacanza riesci a staccare dal lavoro?

Scopri con il nostro divertente test, se riesci a fare spazio dentro di..

Scopri se sei ipocondriaco
Test - Scopri se sei ipocondriaco

Sei quasi sempre preoccupata per la tua salute? Non fai altro che pensare..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..