I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

La solidarietà “va di corsa”

Torna a Milano la corsa notturna a favore di Unicef. Coniuga il tuo benessere fisico con la possibilità di salvare un bambino

La solidarietà “va di corsa”

Illuminato dalle luci Energizer, il 15 giugno il Parco Sempione di Milano farà da sfondo a Energizer Nightrun for Unicef, una 5km aperta a tutte. Unite dalla passione per lo sport e/o dalla volontà di lottare contro la mortalità infantile, giovani e meno giovani possono sostenere il progetto “Vogliamo Zero”, il cui obiettivo è azzerare il numero dei bambini che nel mondo muoiono per cause assolutamente prevenibili. Tutte in piazza del Cannone, ci vediamo alle 21.30!

 

Per sport e solidarietà

Sport&solidarietà è un binomio di successo che attira donne, uomini e bambini. Sempre più sponsor organizzano eventi che mobilitano migliaia di persone, anche non sportive. C’è chi mette le scarpe da corsa per costruire scuole o pozzi o per combattere una malattia. Ma qualunque sia il motivo, funziona! Perché lo sport aerobico tiene in linea, combatte l’obesità e l’insufficienza venosa, riduce le malattie cardiovascolari, il diabete e l’osteoporosi, ed è al contempo il mezzo per aiutare gli altri. L’attività fisica è un fattore determinante per la protezione della salute. Anche mezz’ora, purché tutti i giorni. Il traguardo non è il nastro d’arrivo, ma correre assieme ad amici e famigliari, favorendo il senso di appartenenza. L’intero ricavato della manifestazione è destinato alla campagna “Vogliamo Zero”, che ha l’obiettivo di ridurre il numero di bambini sotto i cinque anni che nel mondo muoiono per cause prevenibili.

 

Corri senza farti male

Per una buona causa anche le over40 più sedentarie si muovono, ma qualche volta il timore di farsi male blocca. Ecco qualche dritta per raggiungere il traguardo senza intoppi. Scegli un paio di scarpe da running ben ammortizzate, flessibili se hai un buon gioco di caviglia e sei leggera o più “protettive” se hai qualche chilo in più. No agli indumenti isolanti, anche in caso di pioggia, per permettere l'evaporazione del sudore. Non metterti in pole position alla partenza, e nemmeno nel gruppone centrale: rischi di essere travolta dall’andatura dei corridori esperti o dall’entusiasmo generale. Corri sul lato della strada, e inizia senza forzare, godendoti l’adrenalina dell’evento. Se sei fuori allenamento puoi anche camminare a ritmo sostenuto, o alternare 2 minuto di corsa e1 minuto di cammino oppure 3 minuti di corsa e 1 minuto di cammino. Ceni prima della corsa? Va bene, ma almeno due ore prima dell’attività. Assumi cibi leggeri, privilegiando la frutta, e non esagerare con i carboidrati. Se invece ceni dopo vanno bene proteine e verdure. Fai qualche esercizio di stretching prima e dopo la corsa, soprattutto prima. Se raggiungi il parco un’ora prima della corsa puoi riscaldarti assieme ai trainer messi a disposizione da Mizuno.

 

Da 22.000 a 19.000

“L’anno scorso erano 22.000 i bambini che ogni giorno perdevano la vita per cause curabili. Oggi sono 19.000”, dice Andrea Iacomini, portavoce Unicef. Azzerare la mortalità infantile sotto i cinque anni è il nostro obiettivo, sicuramente molto ambizioso ma non impossibile, se al nostro fianco abbiamo aziende etiche e amministrazioni cittadine disponibili”. Grazie al patrocinio del Comune di Milano, anche quest’anno la notte milanese si accenderà di passione per lo sport e voglia di fare qualcosa per gli altri. Ma per Chiara Bisconti, assessore allo Sport, “non sarà solo una corsa per beneficenza, bensì il primo passo per cercare di trasformare il luogo dove viviamo in un posto migliore. E rendere la città tutta percorribile di corsa”.

 

Appuntamento: Sabato 15 giugno, Milano, piazza del Cannone, ore 21.30.

Iscrizioni: www.nightrun.it o www.facebook.com/NightRunItalia.

di Clara Biancardi

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento