I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Smartphone, tablet e pc: come gestirli in modo corretto

L’uso eccessivo della tecnologia può rappresentare un problema in termini sociologici e relazionali, ma anche fisici. Ecco le abitudini ''vintage'' che è bene recuperare!

Smartphone, tablet e pc: come gestirli in modo corretto

Nessuno mette in dubbio quanto la tecnologia sia una risorsa fondamentale nella vita di ognuno di noi, per alcuni aspetti addirittura “imprescindibile”. Spesso, però, non ci rendiamo conto che a fine giornata abbiamo ricercato molto più la connessione Wi-Fi che il senso delle cose che ci sono accadute. Questo uso continuo di smartphone, tablet e pc, quest’ansia da collegamento, infatti, oltre a tradursi in un sottile stato di inquietudine perenne, può renderci meno inclini alla relazione con noi stessi e con gli altri, e perfino più propensi alle cattive abitudini da un punto di vista fisico.

È provato ad esempio che le posture scorrette, così come i comportamenti alimentari negativi, viaggiano di pari passo con l'utilizzo costante dei "device" di cui mostriamo di non sapere fare a meno, neanche quando siamo a tavola. Se un ritorno al passato analogico risulta anacronistico, in un presente sempre più digitalizzato come il nostro, possiamo comunque provare a recuperare alcune abitudini "vintage" che migliorano lo stile di vita, arricchendo anche la qualità dei rapporti sociali e affettivi.

 

Niente tablet a colazione

Leggiamo le news sul nostro tablet appena svegli o mentre beviamo il caffè? Eliminiamo questa abitudine e torniamo a fare colazione con la nostra famiglia. Spesso si rientra a casa solo nel tardo pomeriggio ed è bene non perdere anche l'opportunità di relazionarci con i nostri cari al mattino . Se viviamo da soli, invece, niente di meglio che utilizzare quel tempo, piuttosto che stare chini con gli occhi fissi sullo schermo, per effettuare qualche esercizio di stiramento dei nostri muscoli cervicali come quelli che ti suggeriamo nel nostro articolo Dolori cervicali: gli esercizi da fare appena svegli, in previsione di una giornata seduti alla scrivania.

 

Pausa pranzo senza pc

Siamo costretti a una vita sedentaria da ufficio? Ebbene, allora sfruttiamo almeno le pause per spostarci dal computer e prendere contatto con la vita reale. Diamo la preferenza a una chiacchierata con i colleghi, oppure approfittiamone per fare due passi all'aria aperta, riossigenandoci e osservando il panorama. Insomma: teniamoci lontani dal grigiore del pc, piuttosto che impiegare altro tempo per navigare in rete. La nostra schiena ne avrà beneficio e la nostra mente si rilasserà davvero.

 

Via lo smartphone dopo cena

Aggiorna, vedi notifiche, post, news, refresh, apri whatsapp... magari non ne siamo consapevoli ma la verità è che trascorriamo gran parte della nostra serata incollati allo smartphone. Concediamoci un momento solo per noi, invece, senza rubrica sincronizzata con facebook (che a sua volta si sincronizza con google che si sinconizza con icloud), e recuperiamo la nostra di memoria. Pensiamo! Oppure, regaliamoci un bagno caldo con la musica che preferiamo, o approfittiamone per confrontarci con persone “vere”. Ma soprattutto, godiamo appieno di quello che stiamo vivendo, senza l'ansia da social, vari ed eventuali.

 

I rischi del tecnostress

Dedicare troppo tempo a navigare in internet, chattare, twittare, alla lunga mette ansia, stanca e isola. A confermarlo è più di una ricerca. La più recente è stata condotta da Net dipendenza Onlus, una società che si occupa di dipendenza da computer, web e cellulari. Secondo gli esperti, circa due milioni di italiani sono colpiti da “tecnostress”. Si tratta di una forma di stress tipica dei giorni nostri che dipende da un uso smodato di oggetti tecnologici, come tablet, pc e soprattutto smartphone. I sintomi? Ansia, insonnia, mal di testa, aggressività, irascibilità, disturbi gastrointestinali, ipertensione. Ma non solo. La persona tecnostressata tende a isolarsi, ha l’impressione di non avere mai tempo a sufficienza e agisce pensando sempre a quello che deve fare successivamente, con un conseguente calo della concentrazione.

di Giulia Franchino

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Combattere lo stress con la REAC-CRM terapia
Combattere lo stress con la REAC-CRM terapia

Una “riprogrammazione del cervello” mirata al ristabilimento..

Ansia da prestazione: adesso ne soffrono anche le donne
Ansia da prestazione: adesso ne soffrono anche le donne

In Italia una su cinque confessa di non sentirsi all’altezza

Alimentazione e salute: come migliorare la qualità della vita
Alimentazione e salute: come migliorare la qualità della vita

Dai consigli per imparare a farsi un orto sul balcone alle ricette per..

Gioco d'azzardo, una dipendenza in crescita anche tra i minorenni
Gioco d'azzardo, una dipendenza in crescita anche tra i minorenni

Il brivido del gambling on line contagia gli italiani di ogni età

Nucleare e salute: niente rischi per l’Italia
Nucleare e salute: niente rischi per l’Italia

Rafforzati i controlli sui prodotti di origine animale e non, in arrivo..

Quanto sei indipendente?
Test - Quanto sei indipendente?

Rapporti di coppia e di amicizia, legami con la propria famiglia di..

Sei vittima dello stress?
Test - Sei vittima dello stress?

Ritmi di vita sempre più frenetici mettono a dura prova il nostro..

Shopping: gioia o tormento?
Test - Shopping: gioia o tormento?

L’unico rimedio alla tristezza e alla noia è perderti nei camerini,..

In vacanza riesci a staccare dal lavoro?
Test - In vacanza riesci a staccare dal lavoro?

Scopri con il nostro divertente test, se riesci a fare spazio dentro di..

Lavoro e famiglia. Riesci a conciliarli?
Test - Lavoro e famiglia. Riesci a conciliarli?

Scopri se sei capace di armonizzare la vita lavorativa con gli aspetti..