I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

La sifilide aumenta il rischio di contrarre l’AIDS

Da uno studio dell'Istituto San Gallicano di Roma la patologia si è dimostrata capace di aumentare il rischio di infezione da HIV fino a oltre sette volte.

La sifilide aumenta il rischio di contrarre l’AIDS

Un soggetto affetto da malattia sessualmente trasmessa ha maggiore probabilità di contrarre un’infezione HIV. È questo il dato più importante emerso da uno studio longitudinale durato 25 anni e condotto a Roma presso l’Istituto San Gallicano. La sifilide In particolare si è dimostrata capace di aumentare il rischio di infezione da HIV fino a oltre sette volte. Un aumento del rischio è stato dimostrato, in misura minore (circa 2 volte), anche per la gonorrea.

Alla luce di questi risultati da marzo di quest’anno, presso la Dermatologia Infettiva del San Gallicano, diretta da Antonio Cristaudo, è stato avviato in collaborazione con il Ministero della Salute, un programma di lotta alla sifilide nelle popolazioni di giovani adulti, allo scopo di contrastarne il ruolo nella diffusione dell’infezione da HIV.

In Italia nell’arco di oltre vent’anni, dal 1991 al 2012, sono stati circa 97.000 i soggetti colpiti da infezioni sessualmente trasmesse, 15.000 i colpiti da Sifilide. Di questi oltre 67.000 hanno effettuato screening per HIV e circa 5000 sono risultati positive. Questi i dati del Sistema Nazionale di Sorveglianza Sentinella delle infezioni sessualmente trasmesse di cui fa parte il San Gallicano, unico centro clinico del centro Italia che ha prodotto il 27% dei dati del centro sud.

“Lo studio venticinquennale del San Gallicano – sottolinea Aldo Di Carlo, Direttore scientifico del San Gallicano - conferma questa tendenza. È stata valutata la probabilità di acquisire l’infezione da HIV in una popolazione di circa 2000 maschi a rischio (MSM= maschi che fanno sesso con maschi), dimostrando un incremento dell’incidenza dell’infezione riscontrato soprattutto tra i più giovani e tra coloro che nel periodo di osservazione avevano contratto infezioni sessualmente trasmesse (IST), come la sifilide o la gonorrea”.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Come si risolve la gastrite da infezione batterica
Come si risolve la gastrite da infezione batterica

Farmaci e alimentazione per debellare definitivamente l’Helicobacter..

Come si identifica la gastrite da infezione
Come si identifica la gastrite da infezione

Dolori e bruciori di stomaco: non sempre sono sintomi di infiammazione..

Infezione da Escherichia Coli: di nuovo sotto accusa i germogli
Infezione da Escherichia Coli: di nuovo sotto accusa i germogli

La Germania ha individuato in una partita di germogli contaminati la..

Il profilattico istruzioni per l’uso
Il profilattico istruzioni per l’uso

Anticoncezionale, ma anche protezione efficace dalle malattie a..

È frutto della ricerca italiana il primo vaccino contro la meningite
È frutto della ricerca italiana il primo vaccino contro la meningite

Per gli adolescenti, la categoria più a rischio, adesso c’è una nuova..