I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Sclerosi: la cura Zamboni ottiene nuove conferme

Studi internazionali comprovano la correlazione fra CCSVI e sclerosi multipla

Sclerosi: la cura Zamboni ottiene nuove conferme

"Insufficienza Venosa Cronica Cerebrospinale" è la patologia che si cela dietro la sigla CCSVI e che Paolo Zamboni ha per primo messo in relazione con la sclerosi multipla, aprendo un grande dibattito e spalancando il cuore di molti alla speranza.

La Onlus 'Ccsvi nella sclerosi multipla' ha organizzato Al Cnr di Bologna un incontro per fare il punto sulla ricercaa: ''Studi realizzati in tutto il mondo - ha detto la presidente della Onlus, Gisella Pandolfo - non collegati tra di loro, evidenziano una stretta correlazione tra Ccsvi e Sclerosi multipla''. Accanto alla presidente (assente la sua omologa onoraria, Nicoletta Mantovani), tre medici, Giampiero Avruscio, direttore medicina specialistica all'ospedale S.Antonio di Padova; Pietro Maria Bavera, responsabile servizio angiologia e chirurgia vascolare della Fondazione Don Gnocchi di Milano; Pierfrancesco Veroux, direttore di chirurgia vascolare al Policlinico Vittorio Emanuele di Catania.

I tre hanno raccontato la loro esperienza di diagnosi e cura della Ccsvi. E delle correlazioni riscontrate con la Sclerosi multipla. Si è messo in evidenza che mediante la flebografia con catetere, è stata dimostrata la presenza di CCSVI nei malati di sclerosi, confermandola validità dei criteri di diagnosi standardizzati da Zamboni. Uno studio di Bevera ha preso in esame, nell'arco di un anno, 823 pazienti di sclerosi e 60 persone sane. Riscontrando CCSVI nel 90% dei malati: ''non ci puo' essere una casualita''', ha detto Bevera. Un'ulteriore conferma è arrivata anche dall'anatomia patologica: uno studio realizzato a Cleveland ha mostrato che membrane interne e difetti valvolari sono presenti nel 90% delle persone decedute, già malate di sclerosi.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento