I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Pre-ipertesi manifestano un rischio superiore del 55% di incorrere in un infarto

I risultati della ricerca si spera possano incoraggiare chi soffre di pressione poco più alta del normale ad adottare sane abitudini di vita

Pre-ipertesi manifestano un rischio superiore del 55% di incorrere in un infarto

Secondo un nuovo studio pubblicato online questa settimana sulla rivista Neurology, le persone con pre-ipertensione (intesa come valore compresi tra 120/80 e 139/89), manifestano un rischio superiore del 55% di incorrere in un infarto rispetto alle persone senza pre-ipertensione. I ricercatori della University of California, sono arrivati a questo risultato dopo aver analizzato i dati di 518.000 partecipanti. “Si conoscono già ampiamente le problematiche legate all’ipertensione, ma non sappiamo molto circa il rischio dei soggetti pre-ipertesi” ha dichiarato il dr. Bruce Ovbiagele, professore di neuroscienze presso UCSD School of Medicine e autore dello studio. Ovbiagele ha mostrato i risultati dello studio sottolineando che “il risultato è frutto di uno studio che ha preso in esame soggetti senza distinzione di sesso, razza, etnia, tipo di pressione arteriosa (sistolica o diastolica) o tipo di infarto (ischemico o emorragico)". I ricercatori si auspicano che i dati inerenti la nuova scoperta incoraggino le persone con pressione arteriosa poco più alta del normale ad adottare comunque sane abitudini di vita, riducendo così il rischio di malattie cardiocircolatorie e renali. I giovani di mezza età dovrebbero controllare spesso la pressione arteriosa, qualora ci si renda conto di essere nella fascia dei soggetti pre-ipertesi, si devono adottare misure specifiche per modificare il proprio stile di vita, come, ad esempio, la riduzione del consumo di sale e il mantenimento del proprio peso nella normalità"

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento