I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Oltre le 2.000 calorie si rischia perdita di memoria

A partite dai 70 anni, ingerire più di 2000 calorie al giorno, può significare anche andare incontro a problemi di declino cognitivo

Oltre le 2.000 calorie si rischia perdita di memoria

Maggiori calorie si assumono, maggiore sarà il rischio di danneggiare il cervello e avviarlo verso la perdita della memoria. Questo è quanto emerge da una ricerca svolta presso la Mayo Clinic di Scottsdale, in Arizona, i cui dati sono stati divulgati in occasione del meeting annuale dell'American Academy of Neurology. Hanno preso parte allo studio 1233 persone con età tra i 70 e gli 89 anni e divisi in tre gruppi in base all'apporto calorico giornaliero riferito. In uno dei tre gruppi c'erano i soggetti che hanno dichiarato di consumare tra le 2000 e le 6000 calorie al giorno. La probabilità di riscontrare una condizione nota come Mild Cognitive Impairment (MCI), ovvero declino cognitivo lieve, era più del doppio nel gruppo che mangiava di più, rispetto agli altri due. Il declino cognitivo lieve consiste in una riduzione di efficienza mentale più grave del declino fisiologico dovuto all'età e non grave come una demenza senile, ma può anche progredire verso l'Alzheimer.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento