I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Colesterolo addio:dallo studio Sharp una nuova cura

In Italia ogni minuto 4 persone vengono colpite da infarto: è ora di intervenire e ridurre i problemi cardiovascolari

Colesterolo addio:dallo studio Sharp una nuova cura

In Italia ogni minuto 4 persone vengono colpite da infarto. Ogni ora, 25 persone muoiono per problemi cardiovascolari e 26 persone si ricoverano per aterosclerosi. Colpa anche dei fattori di rischio per il cuore, come il colesterolo. Non dà sintomi, nessun campanello d’allarme eppure arriva dritto al bersaglio. Ma finalmente la ricerca ha una freccia in più da scoccare dal suo arco: una cura creata su misura per ciascun paziente. Si tratta di una combinazione di due principi attivi, ezetimibe e simvastatina che, agendo sul colesterolo cattivo (LDL), riduce gli eventi cardiovascolari maggiori. In concreto:È dimostrato che ogni 38 milligrammi di riduzione dell’LDL, si riduce del 25% il numero degli eventi ischemici, indipendentemente dal metodo usato per abbassare l’ipercolesterolomia. Dato che si traduce in una vita salvata ogni 4 colpite da infarto, ogni ora, in Italia”, spiega Alberico Luigi Catapano, ordinario di farmacologia all’Università degli Studi di Milano e presidente eletto dalla Società Europea Aterosclerosi. Lo studio, chiamato Sharp, è stato pubblicato sull'American Heart Journal ed è stato condotto su 9 mila pazienti nefropatici. Ha mostrato come la terapia con ezetimibe e simvastatina ha ridotto del 16,5% gli eventi aterosclerotici.

 

I numeri parlano chiaro 

"Ben 20 italiani su cento, secondo l’Istat, non hanno mai fatto un controllo per il colesterolo”, racconta Claudio Borghi, professore ordinario di Medicina Interna all’Università degli Studi di Bologna. Secondo i dati diffusi, in Sardegna si registra il più alto numero di cittadini che non prestano attenzione al controllo del colesterolo (30 su 100), mentre la Regione più virtuosa è l'Emilia Romagna (12,5 su 100). Inoltre, il Progetto Cuore dell'Istituto Superiore di Sanità ha calcolato che il 21% degli uomini e il 23% delle donne sono in ipercolesterolemia con valori sopra il 240. “Ma l’ipercolesterolemia lavora in silenzio. E danneggia le arterie. Spesso, quando fa sentire la sua voce è troppo tardi. Eppure è un nemico che si può combattere con successo, a patto che vengano messe in atto strategie terapeutiche mirate e personalizzate”, dice Borghi. "La dieta corretta riduce i valori del colesterolo. Ma ci sono i casi in cui servono le statine a altri farmaci", continua  Catapano. Ma la vera novità della giornata è tutta nello studio Sharp (Study of Heart And Renal Protection). "Ha dimostrato due aspetti fondamentali", dice Catapano. "In soggetti ad alto rischio di eventi cardiovascolari, quali sono i soggetti con danno renale cronico (CKD) o in dialisi sostitutiva della funzione renale, la terapia ipolipemizzante e in particolare quella di associazione tra simvastatina ed ezetimibe, altamente  efficace nel ridurre gli eventi ateriosclerotici". La terapia in associazione si è dimostrata efficace per pazienti difficili e quelli nefropatici. 

di Roberta Maresci

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Dai 20 anni occhio al colesterolo
Dai 20 anni occhio al colesterolo

Non è mai troppo presto per prevenire le malattie coronariche

Ridurre il colesterolo con i rimedi naturali
Ridurre il colesterolo con i rimedi naturali

Fitoterapici e omotossicologia possono aiutarti a riportare i livelli nel..

Per sopravvivere all’ictus, mantenete buoni rapporti con i vicini
Per sopravvivere all’ictus, mantenete buoni rapporti con i vicini

Secondo una ricerca americana, vivere in un quartiere coeso fa bene non..

Stop al colesterolo con le mele
Stop al colesterolo con le mele

Secondo una ricerca americana, una mela (o meglio due) al giorno fa bene..