I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

La SIAIC detta le regole da seguire per partire in vacanza più tranquilli

Alcune allergie non sono solo di tipo stagionale, se lo si pensa si sbaglia. Si tratta di un approccio sbagliato - sottolinea il Prof. Massimo Triggiani  Presidente della SIAIC, Società Italiana Immunologia e Allergia Clinica – “Ogni stagione ha le sue peculiari forme di allergia: d’estate è molto elevato il rischio di punture di api, calabroni e vespe; ma anche mangiare frutta “esotica” può comportare reazioni anafilattiche, così come l’ingestione di pesce e frutti di mare crudi. Attenzione anche a frutta secca o a frutta con il nocciolo (pesche, albicocche, ciliegie).” Anche al mare massima attenzione a punture di alcune specie (ad esempio meduse o  alcune tipologie di pesci del Mar Rosso o dei Caraibi, soprattutto in paesi esotici), possono causare reazioni allergiche anche pericolose. L'esposizione al sole è un fattore che aumenta il rischio di reazioni cutanee, in aggiunta al maggior uso di prodotti solari contenenti potenziali allergeni, sopratutto in chi soffre di dermatite da contatto. Giselda Colombo – Responsabile di Unità Funzionale di Allergologia presso San Raffaele di Milano e Membro del Consiglio regionale SIAIC Lombardia sottolinea anche la pericolosità di una prolungata esposizione al sole, “è sempre consigliabile usare prodotti solari e altre creme ipoallergeniche ad indice di protezione elevato; meglio non usare prodotti profumati, che attirano insetti, e non mangiare panini o altro all'aria aperta (il cibo attira gli insetti). Per il bagno, evitarlo dopo mangiato”. L’attenzione principale la deve però avere proprio il soggetto allergico: “Se l'allergia si è già manifestata – chiosa la Prof.ssa Donatella Macchia, Allergologo Immunologo Clinico e Membro del Direttivo Nazionale della SIAIC - l'allergico deve portare con sé antistaminici, cortisonici, sia in compresse che in fiale intramuscolo, e l'autoiniettore d'adrenalina che, se ha già avuto manifestazioni gravi, ha ricevuto in dotazione dallo specialista allergologo. Se si è allergici a farmaci ad es. antibiotici o si è avuto reazione ad antidolorifici/antipiretici, portare con sé quelli che sono stati consigliati dallo specialista allergologo, non affidarsi al caso o all'improvvisazione, o alla conoscenza della lingua straniera”.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
La tavola di Natale per i più piccoli
La tavola di Natale per i più piccoli

Nel menù delle feste un po’ di tutto, ma con moderazione e buon senso

Sarò mica diventata allergica?
Sarò mica diventata allergica?

Il problema non compare solo in primavera, molti allergeni sono attivi..

Lo yogurt: un alleato dell’intestino
Lo yogurt: un alleato dell’intestino

È nutriente, digeribile e disintossicante. Grazie ai lattobacilli sembra..

Cosmetici: un sito per segnalare quelli che fanno male
Cosmetici: un sito per segnalare quelli che fanno male

Dito puntato sui prodotti scadenti o contraffatti. Entro un anno, sarà..