I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Salute seno. Parola d’ordine: prevenzione

Ottobre è il mese della lotta contro il cancro della mammella. L’importanza dell’autoesame e i sintomi da non sottovalutare.

No pagePagina successiva
Salute seno. Parola d’ordine: prevenzione

Il tumore al seno è il killer numero uno per il genere femminile. Fortunatamente negli ultimi anni la mortalità per cancro alla mammella è in costante diminuzione. Le nuove tecnologie diagnostiche consentono oggi di individuare lesioni in fase iniziale e la probabilità di guarigione è salita all’87%.

Il rapporto col seno è intimo e molto stretto per ogni donna e ogni suo piccolo cambiamento genera preoccupazione e ansia. Anche se nella maggior parte dei casi non c’è da stare in pensiero, è bene che tu lo tenga sotto controllo, tastandolo mentre fai la doccia o ti lavi, e guardandolo allo specchio: è importante fare attenzione a ogni piccolo cambiamento. E se noti qualcosa di diverso dal solito, parlane con il tuo medico di base o con tuo ginecologo. Un dolore, un cambiamento di sensazione – più teso, più morbido, più “irregolare al tatto” – non vanno trascurati.

I controlli periodici sono importanti, soprattutto dopo i 35 anni, e non li devi dimenticare. La prevenzione è l’arma migliore e più sicura per mantenere in salute il tuo seno, per non preoccuparti inutilmente o per risolvere in tempo eventuali disturbi. Gli esami da fare con regolarità sono la mammografia e l’ecografia, che oggi sono in grado di individuare tumori non percepibili al tatto.

L’importanza dell’autoesame

Alcune donne praticano ogni mese l’autoesame della mammella per verificare l’esistenza di anomalie. Durante l’autopalpazione, bisogna tenere presente che il seno è diverso da donna a donna e che molti cambiamenti sono causati dall’età, dal ciclo mestruale, da una gravidanza, dalla menopausa, dall’assunzione della pillola o di altri ormoni. È normale una certa nodosità e irregolarità delle mammelle, così come il gonfiore e la consistenza molle che si riscontrano prima o durante il periodo mestruale. È bene ricordare che, per le donne di oltre 40 anni, l’autoesame non sostituisce le regolari mammografie e le visite effettuate da uno specialista.

Se vuoi imparare a fare l’autoesame nel modo corretto, su http://www.piusanipiubelli.it/tumore-al-seno-8-mosse-per-5-minuti-al-mese.htm  trovi gli step delle 8 mosse di prevenzione consigliate direttamente dagli specialisti senologhi della LILT, la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (4/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
“Race for the Cure”, insieme contro il cancro al seno
“Race for the Cure”, insieme contro il cancro al seno

Il 22 maggio si corre la mini-maratona di solidarietà con le donne che..

8 maggio: regala un’azalea e sostieni la ricerca sul cancro
8 maggio: regala un’azalea e sostieni la ricerca sul cancro

Come tutti gli anni torna la campagna di Airc, per rendere il cancro una..

Il check up ti salva la vita
Il check up ti salva la vita

Gli esami di routine che aiutano a prevenire i problemi

Controlli e visite gratuite per gli over 50 nei mercati rionali del Lazio
Controlli e visite gratuite per gli over 50 nei mercati rionali del Lazio

Una campagna di prevenzione e promozione della salute realizzata dalla..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..