I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Un progetto per favorire l'accesso degli stranieri ai servizi sanitari

Sotto la guida dell'Iss, una rete di 40 associazioni promuove una campagna di informazione e inserimento per gli stranieri residenti in Italia

Un progetto per favorire l'accesso degli stranieri ai servizi sanitari

Per favorire l'accesso ai servizi sanitari degli stranieri residenti in Italia, è nato il progetto Artemis (Associazionismo e Reti Territoriali per la Mediazione Interculturale sulla Salute). Coordinata dal Centro Nazionale Aids dell'Istituto Superiore di Sanità, l'iniziativa si concentra soprattutto su Hiv, Aids, tubercolosi e malattie sessualmente trasmesse, e intende favorire l'integrazione di cittadini extracomunitari, con un programma di informazione e di accompagnamento nell'ambito di percorsi socio-sanitari. Se ne occuperà una rete di circa 40 associazioni di migranti, della società civile italiana e di istituzioni locali distribuite fra Roma, Prato e Firenze. È stato prodotto un manuale per operatori di salute di comunità e ai cittadini stranieri è stato sottoposto un questionario per valutare gli interventi di prevenzione dell'infezione da Hiv e Aids. Sono anche stati analizzati campioni di plasma a un centinaio di loro.

PARLIAMO DI: Hiv, Aids, stranieri, Iss,

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
La medicina estetica cresce tra gli immigrati di seconda generazione
La medicina estetica cresce tra gli immigrati di seconda generazione

Aumentano le prestazioni ambulatoriali. Gli stranieri chiedono..

Italiani sempre meno sedentari
Italiani sempre meno sedentari

Aumentano gli sportivi praticanti, sia adulti sia bambini. Lo confermano..

Farmacie sul web: attenzione ai medicinali contraffatti
Farmacie sul web: attenzione ai medicinali contraffatti

Il 27% degli italiani acquista medicinali via Internet, ma il rischio di..