I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Non solo estetica, anche benessere

Nuova prevenzione: le tecniche di chirurgia plastica potrebbero essere applicate contro i fattori di rischio di gravi patologie

Non solo estetica, anche benessere

A cura della dott.ssa CHIARA ANDRETTO AMODEO, medico chirurgo specialista in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica. Associate Editor e Reviewer del “Plastic and Reconstructive Surgery GO Journal e PRS”. Svolge l’attività libero professionale a Milano. e-mail: Drchiara andrettoamodeo@yahoo.it

I più recenti studi pubblicati sulle riviste scientifiche hanno evidenziato come alcune procedure chirurgiche da sempre catalogate come prevalentemente estetiche – quali la lipoaspirazione, la mastoplastica riduttiva e l’addominoplastica – potrebbero in realtà avere un ruolo positivo per la salute e la prevenzione di gravi patologie, perché intervengono sulla produzione di sostanze ad azione pro infiammatoria e protumorale. Queste tecniche chirurgiche vanno sempre e comunque considerate come “complementari” a una corretta alimentazione e allo svolgimento di una costante attività fisica!

 

Riduzione del grasso nocivo

Il tessuto adiposo non è un semplice tessuto di scarto, ma un vero e proprio organo, ricco anche in cellule staminali, il cui ruolo, considerando l’enorme attività ormonale e immunologica che le cellule adipose stesse svolgono, sembra quasi marginale. In particolare, nei soggetti obesi gli alti livelli di leptina – un ormone dalle molteplici funzioni che viene prodotto in quantità eccessiva da parte delle cellule del grasso (adipociti) – sono stati associati a una potente azione proinfiammatoria, con ripercussioni sulla normale funzione di numerosi organi e apparati. Gli alti livelli di  leptina sono stati associati anche a un’attività protumorale nei confronti, per esempio, della mammella, del sistema gastrointestinale e di quello riproduttivo. La causa prima di queste patologie è sempre stata considerata il grasso viscerale, sulla cui diminuzione la chirurgia bariatrica (una soluzione offerta ai grandi obesi) svolge un ruolo terapeutico. L’intervento di asportazione di questo grasso innesca un reset metabolico salutare, determinando un riassestamento dei profili lipidico (dei grassi), glucidico (degli zuccheri), una riduzione dei livelli di leptina e dello stato infiammatorio dell’organismo.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento