I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Escherichia Coli: trovato negli hamburger il batterio killer

Una nuova infezione colpisce la Francia. Sei bambini contagiati dopo aver mangiato carne macinata proveniente dalla Germania

Escherichia Coli: trovato negli hamburger il batterio killer

È allarme in Francia per una nuova e preoccupante infezione alimentare. Un raro tipo di batterio Escherichia Coli ha provocato in alcuni bambini, che avevano mangiato degli hamburger surgelati della marca “Steaks Country” acquistati nei supermercati Lidl, una grave forma di diarrea emorragica. Si tratta di un altro ceppo di batterio, non legato all’epidemia alimentare dei germogli di soia, che ha provocato alcune vittime in Germania. I piccoli colpiti da infezione sono sei, tra i 2 e gli 8 anni. Uno di loro ha già lasciato l’ospedale, tre sono sottoposti a dialisi e gli altri sono ancora sotto osservazione. La società che produce gli hamburger incriminati ha annunciato il ritiro immediato di tutti i lotti di carne coinvolti.

Abbiamo chiesto al professor Pier Luigi Rossi, Specialista di Scienza dell’Alimentazione e
Medicina Preventiva, esperto del Consiglio Superiore di Sanità delucidazioni sul batterio e come possiamo difenderci.

“I batteri di Escherichia Coli sono tanti e di diversi ceppi. Molti vivono nel nostro intestino e in quello animale, senza darci alcun problema. Non tutti i tipi sono aggressivi e pericolosi per la salute. Può accadere, però, che quando si formano condizioni avverse alla loro sopravvivenza nell’intestino, questi si trasformino in una diversa struttura provocando danni alla nostra salute. Nel caso degli animali, questo può accadere quando vengono eccessivamente curati con dosi massicce di antibiotici o vengono alimentati con mangimi o alimenti medicati, oppure se questi batteri vengono infettati a loro volta da un virus. In pratica il batterio per sopravvivere produce una esotossina che attacca la parete intestinale provocando diarrea, poi diarrea emorragica, fino a coinvolgere i reni. È bene sapere che alcuni batteri sono resistenti sia alle alte sia alle basse temperature”.

 

Come difenderci?

Le verdure vanno lavate sempre con acqua e bicarbonato. Questi batteri crescono in un ambiente acido, mentre il bicarbonato crea un ambiente basico, una condizione avversa alla loro sopravvivenza.

Cuocere sempre bene le carni, meglio i tagli interi che quelli macinati perché, se l’utensile per sminuzzare la carne viene infettato, contagia anche gli altri pezzi.

Usare sempre la massima igiene in cucina, lavando con cura attrezzi e piani di lavoro, nonché il frigorifero.

Assumere probiotici e prebiotici, che si acquistano in farmacia: sono utilissimi per proteggere l’intestino, in quanto aderiscono alle pareti e combattono i batteri. 

di Angelica Amodei

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
L’importanza di una corretta igiene intima

Bastano semplici accorgimenti per prevenire disturbi seri

Gli italiani e l’igiene orale: un rapporto davvero infelice

Trascurano la pulizia dei denti, non conoscono la prevenzione e dal..

I batteri si annidano nelle tastiere

Oltre al capo e ai colleghi, in ufficio state attente anche ai germi

Come difendersi da virus e batteri

Autobus, metrò e locali pubblici: attenzione all’igiene

Estate: allarme funghi della pelle

Caldo, umidità e sudore favoriscono la diffusione delle micosi