I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

L’acido urico elevato minaccia la salute del cuore

Parte, in 26 città italiane, la campagna “Amico Day”: la prima giornata nazionale dedicata al controllo dell’uricemia

No pagePagina successiva
L’acido urico elevato minaccia la salute del cuore

È confermato dalla scienza: l’eccesso di acido urico nel sangue, un problema che coinvolge ben 13 milioni di italiani, è un nuovo fattore di rischio cardiovascolare, complice del 40% degli infarti che si registrano ogni anno nel nostro Paese, soprattutto in chi ha già colesterolo alto, ipertensione e iperglicemia. “Tuttavia - commenta Angelo Testa, Presidente SNAMI e promotore del Progetto Medico Amico - appena il 2 % della popolazione sa che cosa sia l'acido urico o l'ha mai misurato, mentre il 70% di chi ha misurato almeno una volta l'uricemia non ripete il test più di una volta all'anno. Proprio per ottenere una maggiore consapevolezza degli italiani nei confronti di questo nuovo nemico del cuore e sull'importanza di tenerlo sotto controllo, il 25 ottobre si terrà il Medico Amico Day, la prima giornata nazionale dedicata al controllo dell’iperuricemia promossa da SNAMI. Negli ipermercati di 26 fra le più importanti città italiane (l’elenco completo è consultabile sul sito www.medicoamicoday.it), sarà possibile misurare l'acido urico nel sangue e ricevere informazioni su come prevenire e combattere l'iperuricemia”.

 

Cos’è l’acido urico

L’acido urico è sintetizzato nel fegato ed è una sostanza di scarto prodotta dal metabolismo delle cellule, la cui concentrazione nel sangue (uricemia), se nella norma, esprime un buon rapporto tra la quantità di cellule prodotte e quelle “demolite”. Un uomo adulto elimina con l'urina 0,5-2,0 grammi di acido urico in 24 ore, secondo gli alimenti ingeriti: è prodotto infatti anche in conseguenza al metabolismo delle purine, acidi nucleici presenti soprattutto in cibi proteici. È un solido bianco e cristallino e per questo, se presente in grande quantità, si può depositare nei tessuti dell’organismo sotto forma di cristalli di urato.

 

Quali sono le conseguenze dell’iperuricemia

Effetti articolari: L'eccesso di acido urico nel sangue porta alla deposizione di cristalli a livello delle articolazioni; i depositi provocano infiammazione, gonfiore e dolore locali e sono la causa della gotta, una patologia reumatica cronica.

Effetti metabolici: l'iperuricemia favorisce la comparsa della resistenza all'insulina, uno degli elementi della sindrome metabolica e anticamera per il diabete.

Effetti vascolari: l'eccesso di acido urico ha effetti pro-infiammatori e pro-ossidanti sulla parete dei vasi sanguigni, favorendo la comparsa di aterosclerosi e quindi di patologie cardiovascolari gravi come infarti e ictus. “Considerando la soglia attuale di rischio fissata in 6 milligrammi per decilitro di sangue si è dimostrato che per ogni incremento di 1 milligrammo il rischio di complicanze cardiovascolari gravi cresce dal 9 al 26%, con un parallelo incremento della mortalità e aumenta di oltre il 20% il pericolo d’ictus ”– spiega Claudio Borghi, Ordinario di Medicina Interna all’Università di Bologna e coordinatore del documento di consenso sulla revisione dei livelli di acido urico come fattore di rischio cardiovascolare - “L'eccesso di acido urico inoltre aumenta il rischio di ipertensione arteriosa e danni renali, e quasi triplica la probabilità di diabete, tanto che alcuni studi sperimentali suggeriscono che l’iperuricemia possa essere un fattore di rischio più temibile del colesterolo”. 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Allarme rosso per il cuore delle donne
Allarme rosso per il cuore delle donne

Al contrario di quanto si crede, le malattie cardiovascolari colpiscono..

Le 10 regole per tenere sotto controllo la pressione
Le 10 regole per tenere sotto controllo la pressione

Comincia fin da giovane a prevenire l’ipertensione

Test genetici per contrastare l’invecchiamento cellulare
Test genetici per contrastare l’invecchiamento cellulare

Nuovi test cellulari ed ematici per Individuare i “punti deboli”..

A che velocità batte il tuo cuore?
Strumenti - A che velocità batte il tuo cuore?

Specificando il sesso e inserendo l’età otterrai la tua frequenza..

Hai problemi di cuore?
Test - Hai problemi di cuore?

Vuoi sapere qual è il tuo rischio di malattie cardiovascolari? Rispondi..

Il tuo intestino è un po’ pigro?
Test - Il tuo intestino è un po’ pigro?

Non ne parli per imbarazzo, ma anche perché non sai da che parte..

Che stile di vita sei
Test - Che stile di vita sei

Lo stile di vita rappresenta l'espressione di noi stessi nel mondo che ci..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..