I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

L'Ordine dei medici ha un senso solo se ha funzioni alte

Secondo l'assessore alla Sanità della Lombardia, l'Ordine va mantenuto se ha un ruolo nel far rispettare le regole e risolvere i conflitti

L'Ordine dei medici ha un senso solo se ha funzioni alte

Sì al mantenimento dell'Ordine dei medici, ma solo se ''diventa l'elemento etico, morale e regolatorio dei comportamenti dei professionisti''. A dirlo è Luciano Bresciani, assessore regionale alla Sanità della Lombardia e a sua volta medico, che commenta così l'ipotesi di 'smantellamento' di alcuni Ordini professionali contenuta nella Manovra in discussione oggi al Governo. ''Se l'Ordine ha funzioni alte di tipo regolatorio, o se fa da camera di compensazione per casi di conflittualità - ha detto Bresciani, a margine di un incontro di Finlombarda - direi che l'Ordine serve. Se invece si occupa della grandezza delle targhe da appendere alle porte non ci serve a nulla. Credo che l'Ordine debba avere una funzione molto più alta di quella che sta svolgendo in questo momento, e in tal caso lo difenderei sicuramente. Se queste funzioni non sono necessariamente il fabbisogno, allora è uno strumento che non ha motivo di esserci''. Sul fronte del ticket per le prestazioni specialistiche ambulatoriali, anch'esso contenuto nella Manovra, Bresciani sottolinea che ''noi il ticket lo applichiamo solo al 30% per diverse cose, e alla popolazione che appartiene a delle fasce di reddito medio-alte. Crediamo che questo sia equo. Applicare il ticket a tutti, invece, vuol dire riconoscere che non abbiamo abbastanza soldi. Se c'è un'arteria che perde bisogna chiuderla - ha concluso, parafrasando la situazione delle Regioni con il bilancio in rosso - non certo continuare a trasfondere sangue. C'è sicuramente da trovare degli equilibri, perché introdurre elementi virtuosi in una Regione che non se n'è mai preoccupata richiede tempo, ma non dev'esserci la logica di continuare a rifocillare queste arterie che perdono''. (ANSA).

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Glaucoma, un collirio migliora la cura
Glaucoma, un collirio migliora la cura

Con questo nuovo farmaco niente più crisi allergiche

Un nuovo principio attivo che cura l’angioedema
Un nuovo principio attivo che cura l’angioedema

È un farmaco salvavita che consente un intervento rapido in caso di crisi

Incontinenza urinaria, ne soffrono 2 milioni di italiane
Incontinenza urinaria, ne soffrono 2 milioni di italiane

È un disagio diffuso che compromette seriamente la qualità della vita..

Problemi nello sviluppo del linguaggio: la mamma è la prima ad accorgersene
Problemi nello sviluppo del linguaggio: la mamma è la prima ad accorgersene

Cogliere tempestivamente eventuali difficoltà di comunicazione facilita..