I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Le tecniche per ringiovanire lo sguardo

La chirurgia estetica propone lipofilling e iniezioni di acido ialuronico accanto alla più tradizionale blefaroplastica

No pagePagina successiva
Le tecniche per ringiovanire lo sguardo

Occhi invecchiati, appesantiti, "chiusi" da palpebre troppo pesanti? Da molti anni, la risposta della chirurgia plastica è una sola: blefaroplastica, cioè l'intervento che permette di eliminare la pelle in eccesso, ma anche i tessuti più profondi e il grasso che si è accumulato in zona con il passare del tempo. La tecnica è sempre valida, ma vede oggi alcuni correttivi, trattamenti in più che permettono di migliorare ulteriormente il risultato. 
«Di solito, con gli anni si assiste all'aumento dei tessuti delle palpebre superiori e alla comparsa, soprattutto in chi è predisposto, delle caratteristiche borse sotto gli occhi», dice Marco Klinger, professore di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica presso l'Università degli Studi di Milano - Istituto Clinico Humanitas, Rozzano (MI).
«Allo stesso tempo, però, si può verificare uno 'svuotamento' nella regione al confine tra la palpebra inferiore e lo zigomo. In questo caso, la blefaroplastica non basta, bisogna riempire questo solco». I modi per farlo sono due: il lipofilling e le iniezioni di acido ialuronico.

 

Riempimento permanente

«Con il lipofilling si utilizza il grasso stesso del paziente, che viene prelevato di solito dall'addome o dai fianchi, depurato e poi trasferito con piccoli aghi nella nuova sede. Il risultato è un maggiore "imbottimento" della zona, e in modo definitivo. Infatti, il grasso trasferito attecchisce nella nuova sede, viene vascolarizzato e - a parte una percentuale che non sopravvive al trattamento e viene eliminato dall'organismo - entra per sempre a far parte dei tessuti. Nel caso della regione attorno agli occhi, però, il lipofilling presenta dei rischi, in quanto si tratta di una zona estremamente sensibile e reattiva. Insomma, i risultati possono non essere così dolci, sfumati e naturali come si vorrebbe, con l'aggravante di essere definitivi», mette in guardia Klinger. 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Lipofilling, botox, laser: i trattamenti più richiesti sono soft

I “ritocchini” mini-invasivi superano di gran lunga le operazioni di..

Video - Laser frazionale CO2 per avere occhi più giovani

Rosanna intervista il professor Maurizio Valeriani

Ritocchi last minute: subito in perfetta forma

Lipoaspirazione, mastoplastica additiva e lipofilling, per riempire nei..

Che cos’è il lifting delle modelle?

Un intervento di chirurgia plastica che assicura uno sguardo più aperto..

Chirurgia plastica: cosa fare se il risultato non ci piace

Può succedere che l’intervento non ci soddisfi del tutto, ma nel 90%..