I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Poca spesa, molta resa!

I trattamenti estetici non vanno fatti a caso, ma programmati con il medico per ottimizzare i risultati in base al budget

Poca spesa, molta resa!

Un aspetto importante, che spesso preoccupa chi si sottopone a trattamenti di medicina estetica o ancor più a interventi chirurgici, è il budget di cui si dispone. Bisogna sottolineare che nel costo di un trattamento estetico – o a maggior ragione di un intervento chirurgico – sono comprese molte e varie componenti: dalla competenza e prestazione del chirurgo a eventuali materiali utilizzati; dai costi del luogo in cui si riceve la prestazione – sia esso uno studio o una sala operatoria – e l’eventuale personale presente. Da valutare, nel costo, anche se il chirurgo sarà disponibile, in caso di necessità, nel periodo successivo al trattamento o all’intervento. Tutto ciò è indicativo del fatto che costi molto bassi devono far pensare a mancanze in uno  dei fattori esposti. Un altro aspetto importante da considerare è che sottoporsi a un singolo trattamento – quale un peeling, un filler o il botox – avrà un effetto positivo sul singolo difetto trattato, ma per ottenere un risultato che dia “un’aria più fresca, più riposata, meno segnata”, cioè quello che chiedono più frequentemente le pazienti durante la prima visita, è necessario intervenire su più fronti. È essenziale conoscere, anche solo orientativamente, quale budget sarà necessario per sottoporsi a un ciclo di trattamenti o a un intervento, fermo restando che l’indicazione dipenderà solo ed esclusivamente dal parere del chirurgo plastico che vi prenderà in carico.

Approccio completo
È fondamentale avere la visione globale dell’intervento, perché togliere le rughe della glabella (quelle tra le sopracciglia) oppure aumentare un po’ gli zigomi o, ancora, togliere qualche macchia solare, ha sicuramente un effetto positivo, ma l’aspetto complessivo del viso rimarrà, comunque, sciupato o stanco o con un colorito spento, anche senza lo specifico difetto corretto. Per questo motivo è più corretto prospettare alla paziente di sottoporsi a un ciclo di trattamenti, in cui potranno essere utilizzate tutte le varie “armi” a disposizione del medico. Un approccio di questo tipo permette di ottenere un risultato molto gratificante, anche grazie alla durata dell’effetto ottenuto.

Tre scaglioni di spesa
Ipotizziamo diversi piani d’intervento in base al budget che si può utilizzare per i trattamenti. Concentrandosi sul viso, gli ipotetici valori potrebbero essere di 1.500, 3.500 e 7.500 euro.

Interventi fino a 1.500 euro
Per migliorare l’idratazione e la consistenza della pelle: un ottimo trattamento è la biorivitalizzazione , che prevede l’esecuzione di multiple iniezioni a livello della pelle. La sostanza principale presente all’interno dei biorivitalizzanti è l’acido ialuronico, in forma liquida, il cui scopo fondamentale è quello di idratare, anche se l’effetto antiinfiammatorio della sostanza ad alto peso molecolare è un aspetto molto importante da considerare per le ricerche future. L’acido ialuronico può essere unito ad altri elementi, quali gli amminoacidi – che serviranno ai fibroblasti, le principali cellule del derma, per produrre il collagene – e le sostanze antiossidanti (generalmente vitamine), molto attive per combattere l’invecchiamento e i danni provocati dall’esposizione ai raggi solari. Per ottenere un effetto ottimale è raccomandabile effettuare un ciclo completo, che generalmente prevede 3-4 sedute a distanza ravvicinata. Costo: 500-600 euro circa. Per intervenire su colore e luminosità: i peeling sono generalmente costituiti da acidi (come per esempio il glicolico, il salicilico, il mandelico, il fitico), che hanno come principali proprietà la capacità di provocare l’esfoliazione e la regolarizzazione della produzione di melanina. Ne esistono di diverse tipologie e il tempo di applicazione varia da caso a caso. Il numero di sedute varia a seconda delle necessità della paziente; all’interno di un ciclo di trattamenti è opportuno eseguire almeno un paio di peeling, anche qualora non vi siano particolari problemi a livello della pigmentazione, in quanto alcuni acidi quali il salicilico, con il loro effetto molto esfoliante, stimolano il turnover cellulare, quindi la sostituzione di cellule più vecchie da parte di nuove cellule. Costo: 200 euro circa. Per intervenire sui volumi: per un effetto di ringiovanimento i filler hanno un ruolo fondamentale. La sostanza più utilizzata è l’acido ialuronico in forma di gel. Le aree da trattare sono generalmente quella zigomatica, i solchi naso-labiali e non bisogna dimenticare l’importanza delle labbra, il cui riassorbimento in termini di volume e la disidratazione hanno un forte impatto, causando un effetto di invecchiamento. Possono essere necessarie un paio di fiale per trattare più di un’area. Costo 700 euro circa. Qualora i volumi non richiedessero correzioni, con lo stesso budget è possibile sottoporsi a una seduta di microneedling per stimolare la produzione di collagene tramite dei microtraumi provocati da microaghi, oppure per diminuire le “zampe di gallina” o per sollevare leggermente la coda del sopracciglio possono essere somministrate alcune unità di botox. Può sembrare incredibile, ma anche dopo essersi sottoposte a un ciclo di trattamenti che utilizzi molte delle tecniche esistenti in medicina estetica, l’aspetto può rimanere estremamente naturale, assolutamente non “rifatto”.

Interventi da 1500 euro fino a 3.500 euro
Con questo budget è possibile ipotizzare, qualora ci sia l’indicazione per ottenere un effetto di ringiovanimento dello sguardo, anche un intervento chirurgico, come la blefaroplastica superiore o inferiore, correggendo l’eccesso cutaneo e le borse adipose. Si potrebbe altrsì integrare l’operazione con alcuni trattamenti di medicina estetica, per ottenere miglioramenti in altre aree del volto. In questo budget potrebbe rientrare – sempre qualora vi sia l’indicazione – il lipofilling, che può avere un ottimo effetto antiage. Consiste nel prelevare del grasso dalla pancia, dalle cosce, dai fianchi o dai glutei e innestarlo per ricostituire o creare dei volumi, come per esempio a livello degli zigomi o delle labbra o dell’arcata sopraccigliare, oppure per colmare delle depressioni tipiche dell’invecchiamento, per esempio a livello della regione temporale e dei solchi nasolabiali. Anche la cute sovrastante l’area in cui viene collocato il grasso avrà un beneficio in termini estetici, soprattutto si avrà un miglioramento dello spessore e della texture, grazie all’azione delle cellule staminali e dei fattori di crescita presenti nel tessuto adiposo. Se non è possibile valutare dal punto di vista estetico il volto separatamente dal collo, con questo budget sarà possibile eseguire il lifting del volto oppure quello del collo, riposizionando i tessuti nella loro collocazione ideale per l’effetto antiage. La situazione clinica dovrà essere accuratamente valutata, per evitare che una discrepanza tra l’età dimostrata dal volto e dal collo renda non naturale l’intervento. L’armonia prima di tutto!

Interventi da 3500 euro fino a 7.500 euro
Con questo importo è possibile prendere in considerazione anche interventi come la rinoplastica e il lifting di volto e collo. La rinoplastica può avere un forte effetto di ringiovanimento, soprattutto attorno ai 50 anni: una diminuzione del volume della piramide nasale o un rimodellamento del dorso e della punta possono determinare un effetto antiage. Il lifting cervicofacciale è forse per antonomasia l’intervento del ringiovanimento del volto. Le diverse tecniche esistenti hanno come scopo il riposizionamento dei tessuti molli – la pelle, il grasso e la struttura chiamata Smas – cioè una fascia superficiale, che viene rimodellata tramite delle “pinces” oppure asportandone dei frammenti, con lo scopo di ottenere un aspetto naturale.

di c.a.a

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Che cos’è il lifting delle modelle?
Che cos’è il lifting delle modelle?

Un intervento di chirurgia plastica che assicura uno sguardo più aperto..

Gambe e braccia, quando ci vuole il lifting
Gambe e braccia, quando ci vuole il lifting

La stessa tecnica usata per il viso per restituire tonicità e..

Un peeling tutto naturale, per avere una pelle di seta
Un peeling tutto naturale, per avere una pelle di seta

Partendo da una base di olio e sale, prepara il gommage vegetale più..

Una maschera antiage tutta naturale
Una maschera antiage tutta naturale

Avocado, tuorlo d’uovo e aloe per una ricetta di bellezza

Chirurgia plastica: qual è l’età giusta per intervenire?
Chirurgia plastica: qual è l’età giusta per intervenire?

Non tutto il corpo invecchia alla stessa velocità e non tutti gli..

Sicura di sapere tutto?
Test - Sicura di sapere tutto?

Metti alla prova le tue conoscenze di chirurgia plastica con il nostro test