I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Dammi le tue mani…

…e ti dirò chi sei, quanti anni hai, come e quanto hai cura del tuo corpo

No pagePagina successiva
Dammi le tue mani…

Il viso inizia ad accusare i primi segni dell’età a 25 anni. E le mani? Per loro la debacle inizia dopo, attorno ai 30, ma procede più spedita. «L’ereditarietà incide per il 30%», ricorda Antonino Di Pietro professore di Dermatologia Plastica all'Università di Pavia e fondatore dell' ISPLAD, International Society of Plastic-Aesthetic and Oncologic Dermatology, che spiega perché la pelle delle mani invecchia cinque volte più rapidamente di quella del volto. “Nelle mani, il film idrolipidico, cioè il sottile strato che protegge la pelle dalle aggressioni esterne, viene spesso indebolito dai lavaggi frequenti. Questo fa sì che l’acqua presente in profondità nei tessuti evapori più rapidamente. Insomma, le mani si disidratano, perdono elasticità e si seccano, formando le rughe». Prima regola, quindi, per averle sane e giovani il più a lungo possibile, è quella di usare detergenti delicati e acqua tiepida. «Nei lavori domestici, per evitare le reazioni al lattice consiglio sempre di indossare sotto i guanti impermeabili guanti di cotone. Fondamentale anche utilizzare una crema idratante due volte al giorno, al mattino e alla sera, facendo qualche minuto di massaggio». 

 

Il massaggio

I movimenti da seguire? Inizia dal dito mignolo della mano destra, tirandolo e massaggiandolo dolcemente. Poi fai lo stesso con le altre dita e con quelle della mano sinistra. Partendo dal polso, sfiora con i polpastrelli il dorso di entrambe le manifacendo piccoli movimenti circolari fino alla punta delle dita. A questo punto,  torna indietro appoggiando a ventaglio le dita sul dorso della mano destra e arriva massaggiando fino al polso. Ripeti la stessa cosa con la mano sinistra. Dopo i 45 anni, però, idratante e massaggi non bastano più. Occorre iniziare a combattere più attivamente i segni del tempo. «Contro le macchie cutanee o lentigo solari l’ideale sarebbe intervenire subito – dice ancora Di Pietro - appena compaiono. Il prodotto giusto è la crema a base di acido cogico, una sostanza che blocca la melanina». Se le macchie sono “vecchie”, invece, il trattamento più indicato è il peeling agli alfaidrossiacidi. «Si tratta di sostanze in grado di rimuovere lo strato più superficiale della pelle, eliminando anche la macchia. Di solito, servono 5 sedute, a cui sottoporsi con un intervallo di 10 giorni tra l’una e l’altra».

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Mani palmate: un intervento per ristabilirne la funzionalità
Mani palmate: un intervento per ristabilirne la funzionalità

Un'alterazione che si risolve chirurgicamente, ripristinando lo spazio..

Una mano tesa a chi soffre di artrosi
Una mano tesa a chi soffre di artrosi

Il 26 gennaio è la giornata dedicata a questo grave disturbo

Suspension Ride, a prova di gravità
Suspension Ride, a prova di gravità

È la novità made in USA nel campo dell'allenamento ''in sospensione''