I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Zika: cosa e quanto rischiano gli italiani

A parte l’attenzione per chi si reca in Brasile, dove il virus è diffuso, al momento non esistono indicazioni sanitarie. Nessun allarme per le future mamme italiane. Sintomi e cure della malattia, e le previsioni per l’estate accompagnate da 2 regole

No pagePagina successiva
Zika: cosa e quanto rischiano gli italiani

Con la collaborazione del professor Giuseppe Ippolito, Direttore Scientifico dell’IRCCS Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani, e del dottor Claudio Venturelli, entomologo della Ausl della Romagna

 

Per l’OMS, l’Organizzazione mondiale della Sanità, si sta diffondendo in maniera “esplosiva”. Ma secondo gli esperti, il rischio che il virus Zika trasmesso dalle zanzare si sviluppi anche in Italia è remoto. “Non si deve parlare di allarmi”, sottolinea il professor Giuseppe Ippolito, Direttore Scientifico dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive “Spallanzani”, dove nella scorsa primavera sono stati curati tre pazienti italiani a cui era stata diagnosticata la trasmissione. In Brasile, Paese in cui i tre uomini si erano recati per un soggiorno, solo nel 2015 sono stati registrati circa 4 mila bambini microcefali, nati cioè con una grave malformazione cerebrale. Visti i numeri, il governo brasiliano ha invitato le donne a rimandare un’eventuale gravidanza, ma per gli adulti quali sono i rischi? “Nella quasi totalità dei casi finora in Brasile l’evoluzione è stata positiva, le complicanze neurologiche rappresentano una esigua minoranza”, risponde Ippolito.

 

Nuove raccomandazioni internazionali

Il prossimo appuntamento della comunità scientifica sul tema è fissato a stretto giro: il 1° febbraio a Ginevra il Comitato di emergenza dell’Oms si riunirà per fare il punto sull'emergenza e decidere se la diffusione dell'infezione debba essere dichiarata un'emergenza sanitaria anche fuori dai confini carioca. Si teme infatti che l’epidemia possa contagiare anche altri Paesi, in particolare i vicini  Stati Uniti. Lunedì quindi sapremo se verranno decise raccomandazioni ulteriori.

 

La zanzara in Italia

Alle nostre latitudini, in questo periodo dell'anno, non si corrono rischi di contagio del virus. “La ragione è semplice – afferma Claudio Venturelli, entomologo della Ausl di Romagna – nel nostro Paese in inverno non è presente il vettore infetto”. La specie che veicolano la malattia è prevalentemente la zanzara della febbre gialla, la Aedes aegypti. In Italia c'è la Aedes albopictus, quella che volgarmente chiamiamo “zanzara tigre”, che è sotto stretta sorveglianza con sistemi d monitoraggio ben collaudati e fino ad ora non ne sono mai stati trovati esemplari infetti. “Quindi – aggiunge - anche se dalle aree colpite dall’epidemia sbarcasse qualcun altro in Italia portatore del virus, questi non potrebbe trasmetterlo perché in inverno mancherebbe il vettore, ovvero la zanzara che dovrebbe pungerlo, infettarsi e poi pungere un altro individuo”.

Già dall’anno scorso, il virus Zika è stato inserito fra quelli sorvegliati del protocollo del ministero della Salute. “Quest’anno ci aspettiamo un’attenzione maggiore”, commenta Venturelli.

 

Come si manifesta e cura la malattia 

Febbre, dolori muscolari e articolari, eruzioni cutanee e congiuntiviti. I sintomi del virus Zika assomigliano a quelli di altri due, il Dengue e il Chikungunya, trasmessi sempre dalle zanzare Aedes e se correttamente curati spariscono nel giro di due settimane. “Non occorre il ricovero – continua il professor Ippolito -. Infatti per i tre pazienti italiani in cura allo Spallanzani non si è proceduto a nessuna procedura di isolamento dal momento che il rischio contagio da uomo a uomo non esiste. C’è solo una possibilità di trasmissione tramite rapporto sessuale in base agli studi emersi”. La terapia cura i sintomi, avendo alla base dei farmaci antinfiammatori.

 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Come difendersi da virus e batteri
Come difendersi da virus e batteri

Autobus, metrò e locali pubblici: attenzione all’igiene

Una vacanza “sana”
Una vacanza “sana”

Guida alle vaccinazioni da fare prima di partire per mete esotiche

Gravidanza serena over 35
Gravidanza serena over 35

Con l’età aumenta anche il rischio di complicazioni per le gestanti,..

L’alimentazione giusta per l’estate
L’alimentazione giusta per l’estate

Precedenza a cibi freschi e molto digeribili come insalate di riso e..

Scarsa l’adesione alla campagna di vaccinazione contro il Papilloma Virus
Scarsa l’adesione alla campagna di vaccinazione contro il Papilloma Virus

Ancora poche adolescenti si sottopongono al vaccino per prevenire la..

Flirt da ombrellone. Quanto durerà?
Test - Flirt da ombrellone. Quanto durerà?

Le vacanze estive si sa, portano batticuori e serate romantiche… Tu..

Quanto l’estate accende la tua fantasia erotica?
Test - Quanto l’estate accende la tua fantasia erotica?

Nella stagione estiva le occasioni per gli incontri romantici aumentano,..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..