I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Vestibolite: una malattia ginecologica spesso trascurata

Nel 60% dei casi è stata provocata da infezioni come candida, tricomoniasi o clamidia, curate male, e nel 40% da abitudini igieniche errate

No pagePagina successiva
Vestibolite: una malattia ginecologica spesso trascurata

Si chiama vestibolite ed è una malattia ginecologica con sintomi molto particolari, che fino a pochi anni fa venivano considerati alla stessa stregua del mal di testa da “mancanza di desiderio”. Ma non è più così. “Ci sono tre disturbi che sono sempre presenti”, spiega Alessandra Graziottin, Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica, ospedale San Raffaele Resnati, Milano. “Sono il dolore all’ingresso della vagina, nella zona chiamata appunto vestibolo, la presenza di un eritema, cioè di una forte irritazione nella zona con arrossamento e bruciore, e il dolore durante la penetrazione, che spesso impedisce il rapporto”. 

 

Le cause scatenanti l’infiammazione

A scatenare la vestibolite è nel 60% dei casi una malattia infettiva, principalmente la candida, la tricomoniasi e la clamidia. Se non vengono curate bene, o addirittura trascurate, ogni volta che si ripresentano rendono più sensibile la zona. Si instaura così un circolo vizioso: man mano aumentano sempre di più l’irritazione e il dolore che gradualmente diventa cronico. Nel restante 40% dei casi, hanno un ruolo le abitudini errate come l’uso continuo di detergenti intimi che cambiano il pH vaginale. È dannosa anche l’abitudine a indossare sempre salva-slip o biancheria intima sintetica, perché questi indumenti scatenano una reazione allergica e con il tempo possono aumentare la produzione di alcune sostanze che stimolano un incremento delle fibre nervose e quindi della percezione del dolore. A volte infine all’origine della vestibolite c’è un problema “meccanico”: uno stato continuo di contrazione di uno dei muscoli dell’ano. “È un problema in genere presente fin dalla nascita”, puntualizza la professoressa Graziottin. “Questo irrigidimento causa di conseguenza anche una contrattura dei muscoli che sono nelle vicinanze e in prima linea di quelli del vestibolo”.  

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
La candidosi, un disturbo molto frequente

Un’infezione micotica che interessa 3 donne su 4

Liz Taylor, “scientificamente” bella

Il contrasto fra pelle candida e capelli corvini, o fra labbra voluminose..

I problemi all’apparato uro-genitale durante i nove mesi

Per non rendere amara la “dolce attesa” non sottovalutare nemmeno i..

La Pseudowintera colorata per la cura definitiva della candidosi

Il trattamento antimicotico tollerabile e sicuro per un’infezione che..