I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Il tumore alle ovaie 8 volte su 10 si scopre tardivamente

Esperti. Se individuato precocemente si guarisce nel 90% dei asi

Il tumore alle ovaie 8 volte su 10 si scopre tardivamente

Gli esperti della Società italiana oncologia medica (Aiom) e della Società di ginecologia e ostetricia (Sigo) hanno riferito in merito ai 4500 casi di tumore ovarico che ogni anno colpisce le donne del nostro paese, portando alla morte 3000 di queste. Secondo le Società, "gran parte di questi decessi sono evitabili", 8 volte su 10 la diagnosi arriva quando il male è già in fase avanzata e la sopravvivenza è appena del 30%. In questi caso, anche se si interviene, nell’80% dei casi il tumore si ripropone. Eppure, se si intervenisse prematuramente, la percentuale di guarigione sarebbe del 90%. "Dobbiamo affrontare due grandi sfide, la diagnosi precoce e la prevenzione delle recidive. Per riuscire a vincerle - ha dichiarato Marco Venturini, presidente Aiom - diventa fondamentale una gestione della malattia condivisa fra oncologo e ginecologo. La collaborazione è invece attualmente ritenuta insufficiente dal 63% dei primi e dal 32% dei secondi". Nicola Surico, presidente Sigo, aggiunge: "Non esistono purtroppo screening efficaci, ma possiamo insistere sui fattori di rischio evitabili, come il fumo e il sovrappeso, e spiegare alle nostre pazienti chi deve prestare particolare attenzione. Allerta per chi non ha figli, chi ha avuto un menarca precoce e una menopausa tardiva. Si sottovaluta inoltre il peso della familiarità: chi ha una madre, una sorella o una figlia affetta da carcinoma ovarico va sottoposta a un attento monitoraggio". Il cancro ovarico si manifesta prevalentemente dopo la menopausa ed è la più comune causa di morte per neoplasie ginecologiche. Venturini prosegue: "Purtroppo non esiste per questa neoplasia l'analogo della mammografia, per questo dobbiamo spiegare alle donne quali siano i sintomi. Identificarli non è facile, perché sono spesso simili a disturbi gastrointestinali: stitichezza, sensazione di gonfiore addominale, diarrea, difficoltà digestive, nausea. Se si avvertono tali sintomi, è consigliabile effettuare subito una visita ginecologica, un'ecografia e il dosaggio del marcatore tumorale CA 125, per stabilire se ci troviamo in presenza di un carcinoma ovarico"

 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
I cambiamenti dell’organismo in menopausa
I cambiamenti dell’organismo in menopausa

Gli esami da fare per affrontare al meglio un periodo delicato nella vita..

Star bene in menopausa con i farmaci omeopatici
Star bene in menopausa con i farmaci omeopatici

Le medicine dolci possono attenuare i disturbi causati dalle..

Fermare il cancro con un’aspirina?
Fermare il cancro con un’aspirina?

Secondo una nuova ricerca, la sua azione antinfiammatoria arresterebbe la..

Esercizi yoga per ridurre i fastidi della menopausa
Esercizi yoga per ridurre i fastidi della menopausa

Attenua le vampate di calore, i disturbi del sonno e i disagi psicologici..

Cancro al colon: meno carne per evitarlo
Cancro al colon: meno carne per evitarlo

Attività fisica e alimentazione controllata sono il mezzo migliore di..